Giorgetti Houston: si va in scena

È completato il primo progetto real estate a marchio dell’azienda. Il Giorgetti Building a Houston ospita 32 unità abitative, per un’esperienza immersiva nel lifestyle del brand

Giorgetti Houston
Giorgetti Houston

Dopo quattro anni di cantiere, giunge a compimento il primo progetto di real estate completamente brandizzato Giorgetti. Un traguardo che conferma, da una parte, lo stretto legame tra l’azienda di Meda e il mercato americano (già sancito dalla filiale Giorgetti USA a New York) e, dall’altra, la sempre maggiore specializzazione in ambito progetto e contract. Giorgetti Houston nasce grazie alla collaborazione con Mirador, player texano specializzato in architettura e interior design, Douglas Elliman Texas, uno dei più grandi broker di riferimento de mercato immobiliare americano, e Stolz&Partners, in qualità di developer. Il building si presenta già con il 65% delle unità residenziali vendute su progetto. Irresistibili infatti sono le 32 prestigiose abitazioni proposte con la formula chiavi in mano, che, distribuite su sette piani, costituiscono Giorgetti Houston.

Giorgetti Houston

L’architettura esterna, che domina l’Upper Kirby District di Houston, si impone all’attenzione già per le sue linee rigorose e pulite, geometrie primarie, giochi chiaroscurali enfatizzati dalle ampie vetrate che lasciano intravedere gli interni.

In perfetto dialogo con questa cornice, anche le scelte di interior design mostrano una vocazione all’eleganza minimale, come lo stile Giorgetti insegna.

Giorgetti Houston
Giorgetti Houston
Giorgetti Houston

Ogni flat è stato personalizzato nei layout, nelle finiture e nelle soluzioni d’arredo scelte fra le collezioni Giorgetti: dalle cucine e armadiature su misura ai grandi protagonisti della zona living e notte (come il divano Drive di Carlo Colombo o il letto Rea di Chi Wing Lo), alla miriade di complementi che costellano le diverse stanze: la sedia Diana di Carlo Colombo, le cassettiere Corium e Frame (rispettivamente disegnate da Umberto Asnago e Carlo Colombo), lo scrittoio Erasmo di Massimo Scolari, fino all’iconica poltrona Move di Rossella Pugliatti. E questi solo per citarne alcuni.

previous arrow
next arrow
Slider

Non manca un occhio di riguardo per l’outdoor, dove le ampie terrazze completano il panorama abitativo. Qui le più recenti collezioni open-air di casa Giorgetti creano un continuum stilistico con l’ambiente indoor: merito di creazioni come Gea (design Chi Wing Lo) e della linea di sedute modulari Aspara (design Ludovica + Roberto Palomba).

Giorgetti Houston
Giorgetti Houston
Giorgetti Houston
previous arrow
next arrow
Slider

Plus di Giorgetti Houston è certamente l’attenzione riservata ai servizi e agli spazi comuni. Il building infatti presenta un servizio reception h24, un centro fitness e zone outdoor disponibili ai residenti. Spazi che diventano altresì manifestazioni del tocco inconfondibile di Giorgetti: in primis l’elegante lobby, che lascia presagire il raffinato gusto con cui è stato arredato l’intero condominium. Distintivo è il pavimento in legno con il rivestimento Godrium, che genera un pattern fortemente decorativo grazie a una composizione di elementi triangolari e romboidali.

Photo © Divya Pande