BMW e Patricia Urquiola: libertà di movimento

Intrigante, non convenzionale. La scenografia realizzata da Patricia Urquiola per il BMW Welt a Monaco espande il tema della ‘libertà’ sfruttando la tecnologia di stampa 3D firmata Aectual

BMW Welt, progetto di Patricia Urquiola e BMW Group Design

“Ciò che ammiro del lavoro di Patrizia è il suo approccio al design da una prospettiva umana. Riesce a creare prodotti e spazi lussuosi raffinati sempre attraverso un ‘cuore caldo’ e una narrativa personale. La ammiro perché, in BMW Design, condividiamo appieno questi processi creativi. Patricia è, a mio avviso, non solo una persona fantastica, ma anche una partner eccezionale con cui lavorare.” Sono le parole di Adrian van Hooydonkenior, Vice Presidente BMW Group Design, che sugellano la seconda collaborazione (la prima nel 2010) tra l’azienda automobilistica tedesca e la progettista spagnola.

Patricia Urquiola e Adrian van Hooydonkenior, Vice Presidente BMW Group Design.

Insieme, questa volta, si addentrano in ambiti che ridefiniscono il lusso e la sua estetica, esplorando nuovi confini. Il palcoscenico creato da Patricia Urquiola per mostrare i modelli di punta, tra cui la BMW Concept M8 Gran Coupé, all’interno del BMW Welt, centro multifunzionale con esposizione permanente nel quartiere Am Riesenfeld a Monaco di Baviera, espande il concetto di libertà sino a porlo elemento irrinunciabile del lusso. “Lusso significa avere tempo – continua van Hooydonkenior – le nostre automobili sono una combinazione di design, innovazione e tecnologia per rendere il più piacevole possibile la permanenza all’interno”. Ed il risultato finale è effettivamente un mix di questi fattori che sfocia in un effetto estetico di benessere.

BMW Welt, progetto di Patricia Urquiola e BMW Group Design.

Ispirata dalle nuove sfumature di colore concepite per i modelli di autovetture, Urquiola rievoca le gradazioni cromatiche, mistiche e poetiche, della luce del Nord e crea una piattaforma che ricorda un lago ghiacciato nelle nuance in mutazione del blu e del verde. Una incredibile e suggestiva superficie di 322 metri quadrati, realizzata grazie ad una tecnologia di stampa 3D all’avanguardia dell’azienda olandese Aectual, accoglie le quattro ruote, esaltate dalle linee dinamiche della pavimentazione che ricordano la rifrazione del ghiaccio. Un risultato possibile grazie all’innovativa tecnologia digitale di Aectual che condensa totale libertà di personalizzazione del progetto, resa e qualità eccezionale, sostenibilità. Il lavoro di stampanti 3D robotizzate XL combinate con strumenti software, infatti, non pone limiti creativi e consente di apportare rapidamente modifiche anche work in progress. Inoltre, la tecnologia robotica miscela marmo con bio-plastica stampabile derivata dalle piante interamente riciclabile, con un’emissione di CO2 ridotta fino al 60% durante la produzione e zero rifiuti.

BMW Welt, progetto di Patricia Urquiola e BMW Group Design

Una ri-definizione del materiale architettonico quella di Aectuel, che si sposa perfettamente con il processo creativo anticonformista di Patricia Urquiola per il BMW Welt, dove una serie di pannelli-tenda in maglia metallica definisce il contesto insieme ad elementi d’arredo – poltrone, pouf, tavoli, tappeti – che risulta così quasi domestico. “Mi è piaciuta l’idea di applicare una tecnica ‘fresca’ per creare ciò che si potrebbe definire un nuovo territorio all’interno dello spazio – racconta Patricia Urquiola – Ho usato una serie di filtri nella massa metallica per incorporare un movimento. È stato un modo totalmente nuovo ed eccitante di pensare un ambiente”.

BMW Welt, progetto di Patricia Urquiola e BMW Group Design