Porada, sinergie creative

Forte di una presenza trentennale, Porada giunge a Colonia per la prima vetrina internazionale dell’anno, attraverso cui rivolgersi alla Germania intera ma anche ai mercati extra europei

Kirk by Porada - Design Carlo Ballabio
Kirk by Porada - Design Carlo Ballabio

Trent’anni e più stabiliscono una storicità ragguardevole e autorevole per Porada all’interno del mercato tedesco attraverso la sua fiera principe, imm cologne. Una presenza costante che si replica anche nel calendario 2020 per dare ulteriore conferma di una sinergia con il territorio e i suoi protagonisti.

Certamente vetrina di primo piano per collezioni e soluzioni d’arredo, imm cologne è altresì occasione di incontro, punto di contatto con gli operatori locali e più in generale europei. Per Porada perfino, e soprattutto, con clienti extraeuropei.

«La centralità della Germania è evidente non solo geograficamente, ma anche dalle più differenti nazionalità dei visitatori che incontriamo in fiera – ci rivela Sara Allievi, terza generazione alla guida dell’azienda – Per Porada questo mercato rappresenta uno dei principali, superato solo da Regno Unito (che non ha eguali per noi a livello internazionale) e Italia; gli fanno invece seguito Francia e Spagna per fatturato». Proprio sul territorio tedesco l’azienda sta attuando una riorganizzazione distributiva, implementando la rete di agenti e consolidando gli spazi espositivi attraverso i propri rivenditori localizzati in tutte le città principali della nazione.

Mary by Porada – Design Patrick Jouin

Argo by Porada – Design Daniel Dolcini

Riflesso diretto di questa dinamicità e molteplicità commerciale, l’aspetto prettamente produttivo proposto e ben apprezzato dal mercato, che si declina in proposte d’arredo che abbracciano tanto la zona giorno quanto la zona notte: non a caso i prodotti che occupano le prime posizioni per vendita nell’area sono i divani componibili Argo e Kirk da una parte, e la collezione Ziggy dall’altra, culminante nello Ziggy Bed Baldacchino.

Ziggy Bed Baldacchino by Porada – Design Carlo Ballabio

Kirk by Porada – Design Carlo Ballabio

Trait d’union fra le citate proposte è l’utilizzo del materiale che compone anche il DNA Porada, la noce canaletta, sapientemente valorizzata attraverso il design, lavorata e modellata per dar forma ad avvolgenti quanto più eleganti proposte d’interior. Se in Argo – design David Dolcini – la base risulta più evidente (grazie anche alla luminosità dei puntali in ottone spazzolato) conferendo al contempo leggerezza all’imbottito così sospeso sui piedini, in Kirk – design Carlo Ballabio – la base in massello risulta una presenza discreta a corredo del ben più scultoreo volume di seduta. Tavolini, madie, comodini, comò della famiglia Ziggy trovano invece grazie a questo materiale una quasi ossimorica levità, sospesi come appaiono su slanciate basi e forme minimali. Un concept che è ripreso anche nella versione letto e letto a baldacchino.

Nel mezzo di queste isole tematiche e d’ambiente, una miriade di complementi che gravitano attorno ai grandi elementi del panorama domestico. Prima tra tutti la coiffeuse Maskara (design Emmanuel Gallina), tra i complementi più apprezzati dal pubblico tedesco. Certamente merito della sua trasversalità – da toelette da camera a scrivania, abbinabile al suo sgabello e al cassetto portaoggetti o con specchio orientabile – e ricchezza materica concentrata in un contenute dimensioni – massello di frassino e piano in marmo. Caratteristiche comuni ai nuovi scrittoi e coiffeuse Dafto, Bayus e Ninfea, una tipologia produttiva che proprio nella Nineteen Collection trova rinnovata visibilità.

Maskara by Porada
Design Emmanuel Gallina

Ninfea by Porada
Design Niccolò Devetag