Emu: innovativa per vocazione

Festeggia i 70 anni l’azienda umbra che esporta in tutto il mondo la cultura italiana del vivere all’aperto. E, con le novità 2021, onora un background fatto di lavorazione dei metalli, d’instancabile ricerca e qualità Made in Italy

Cannolè by Emu, Design Anton Cristell & Emanuel Gargano
Cannolè by Emu, Design Anton Cristell & Emanuel Gargano

Alla produzione d’arredo outdoor di design riconosciuta a livello internazionale, alla collaborazione con designer di fama mondiale e alle tecniche produttive innovative utilizzate oggi nello stabilimento di Marsciano (PG), Emu ci è arrivata in 70 anni di esperienza. Un percorso costruito attraverso elementi decisivi. La qualità, con un rigoroso monitoraggio di tutte le fasi del processo; la sostenibilità, partendo da una materia prima riciclabile al 100% e minimizzando gli scarti; la ricerca, talmente importante da far nascere al proprio interno il Design&Simulation Centre, luogo dove energia, idee e strategie prendono corpo.

Il “fattore” Made in Italy al 100% è di fatto la base incontrovertibile dell’azienda. Nonostante la dimensione sempre più internazionale, Emu rimane profondamente legata al territorio di appartenenza. Nello stabilimento di Marsciano, con i suoi oltre 100.000 mq e circa 150 dipendenti, l’azienda controlla tutte le fasi produttive. Una strategia di centralizzazione caparbiamente tenuta salda a favore di un know how che si è rafforzato e arricchito nel tempo. In controtendenza rispetto a realtà rivolte, invece, all’abbattimento dei costi tout court e alla dislocazione. Un genius loci ritenuto talmente importante da aver attivato collaborazioni con le Università, per un proficuo scambio con talenti emergenti. Neppure per le nuove collezioni 2021, l’azienda si è dimenticata del suo punto di partenza, quando nel ’51 era ancora un’officina specializzata nella produzione di apparati di trasmissione a uso militare, pioniera nella lavorazione e protezione del metallo con un brevetto di massima resistenza agli agenti atmosferici. 

Cannolè by Emu, Design Anton Cristell & Emanuel Gargano

Quella competenza tecnica diventa lampante soprattutto nella collezione Cannolè, disegnata da Anton Cristell & Emanuel Gargano. Un sistema di divani componibile dal design deciso, che trae il nome dal mondo della maglieria, ispirandosi alla tradizione del fatto a mano nella lavorazione a coste. Lo stesso gioco infittito o allargato della lana è ricreato dalla struttura in tubolari di acciaio zincato interamente saldata che connota la collezione.

L’effetto elastico avvolgente, visivo e fisico, crea uno stile senza tempo che si inserisce, così, armoniosamente in ambienti contemporanei, country e classici. Le sedute, impreziosite da una particolare cuscineria imbottita, sono versatili e personalizzabili grazie a elementi modulari dalle molteplici composizioni e di facile assemblaggio.

Cannolè by Emu, Design Anton Cristell & Emanuel Gargano
Cannolè by Emu, Design Anton Cristell & Emanuel Gargano
Shade Pro & Ronda XS by Emu

Shade Pro & Ronda XS by Emu

Frutto del Centro di Progettazione e Ricerca di Emu sono anche Ronda XS, acronimo di eXtra Stylish, eXtra Strong, eXtra Simple, eXtra Sustainable per le sue caratteristiche di elevata resistenza e stabilità. E l’ombrellone Shade Pro, dotato di un innovativo sistema illuminante, regolabile da remoto e di un metodo di apertura e chiusura che non richiede lo spostamento di ciò che si trova al di sotto.

Ci sono poi alcuni rinnovamenti di collezione, come Carousel, nata dalla ormai consolidata collaborazione con il designer Sebastian Herkner, che si amplia: quattro versioni di poltroncina dining, tre di poltrona lounge, divano, pouf, coffee table quadrato e rettangolare, tutti caratterizzati da un particolare intreccio di corda. E una nuova edizione di Tami, design Patrick Norguet, con struttura in bambù.

Carousel by Emu, Design Sebastian Herkner

Carousel by Emu, Design Sebastian Herkner

Tami by Emu, Design Patrick Norguet

Tami by Emu, Design Patrick Norguet