Claudio Feltrin alla guida di FederlegnoArredo. «Salvaguardare le aziende»

Feltrin nominato Presidente per il quadriennio 2020-2024. Un incarico iniziato con una lettera al Governo

Claudio Feltrin

Venerdì l’Assemblea Generale ha confermato il voto di designazione del 15 settembre scorso: Claudio Feltrin è il nuovo Presidente di FederlegnoArredo. Un traguardo che conferma il già lungo impegno del Presidente e Amministratore Delegato di Arper Spa all’interno della Federazione – dal 2014 entra a far parte del Consiglio direttivo di Assarredo di cui diventa Presidente nel 2017, oltre ad essere membro del Consiglio di amministrazione di Federlegno Arredo Eventi SpA.

Il nuovo incarico è iniziato senza attese e convenevoli, ma con un’immediata lettera al Governo e ai Ministri competenti «affinché la nostra filiera rimanga operativa qualunque sia lo scenario che ci troveremo di fronte nei prossimi giorni – dichiara il neo Presidente – Abbiamo chiesto di poter continuare a produrre, vendere, consegnare e montare i nostri prodotti nel pieno rispetto delle norme anti Covid, come fatto fino ad ora. L’obiettivo non è solo salvaguardare le nostre aziende e i loro lavoratori, ma permettere di produrre ancora Pil a uno dei settori trainanti per il Paese».

Visione e azione“, il binomio con cui Feltrin intende guidare FederlegnoArredo nei prossimi quattro anni, prende quindi le distanze da una concezione propagandistica per tradursi nella concretezza immediata e calarsi nella contingenza: «La priorità della nostra Federazione è partire da una concreta analisi dei bisogni delle aziende associate, per agire con tempestività e incidere sulle scelte che ricadono sui nostri imprenditori».

La visione di Feltrin per il prossimo quadriennio è già chiara, articolata su alcuni punti fondamentali del suo programma: sostenibilità e accesso alle risorse, siano esse naturali o umane; creazione di un network di filiera; formazione delle competenze, affinché si rafforzi la cultura d’impresa attraverso il capitale umano; collaborazione con soggetti che agevolino l’innovazione sia di prodotto che di processo; digitalizzazione ed evoluzione conseguente del modo di fare impresa, per preparare le aziende ad affrontare i rapidi cambiamenti in atto, compreso il sistema di fare fiere. A questi si aggiunge un nuovo modello di governance della Federazione che abbia come obiettivo principale l’efficienza quale strumento indispensabile per rispondere al meglio alle esigenze delle imprese.

In attesa di scoprire i quattro nuovi Consiglieri, la squadra della presidenza si completa con i sette vicepresidenti: Maria Porro (Pres. Assarredo), Ezio Daniele (Pres. Assoimballaggi), Paolo Fantoni (Pres. Assopannelli), Carlo Urbinati (Pres. Assoluce), Gianfranco Marinelli (Pres. Assufficio), Gianfranco Bellin (Pres. Assotende), Alessandro Calcaterra (Pres. Fedecomlegno).