Antoniolupi e Paolo Ulian di nuovo insieme

La collaborazione ha dato alla luce il lavabo freestanding Plissé sviluppato in Flumood che prende il nome dalle plissettature irregolari della superficie

Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi
Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi

Nasce in marmo di Carrara per poi essere sviluppato in Flumood. È la storia produttiva del lavabo Freestandig Plissé by Paolo Ulian di Antoniolupi presente a Cersaie. Un prodotto frutto della rinnovata collaborazione tra il designer e il brand specializzato nella progettazione e realizzazione di soluzioni complete e prodotti di arredo bagno di design, che ha dato alla luce arredi come Intreccio, Pixel e Controverso.

Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi
Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi

Il nuovo lavabo si differenzia per la sua solidità addolcita dai segni paralleli che si rincorrono longituninalmente sulla superficie. Un’idea che trae ispirazione dalla lavorazione del marmo attraverso la tecnologia del taglio waterjet che dona al prodotto un’estetica basata sulla bellezza spontanea dell’imperfezione, dell’irregolarità del ritmo, della casualità: sono proprio le tracce a diventare ornamento e rendere leggera l’immagine di questo lavabo.

Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi
Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi

Le plissettature irregolari diventano la sfida per riuscire a traslare quei delicati e preziosi equilibri estetici con il Flumood (materiale di nuova concezione, sviluppato e brevettato da antoniolupi). Plissé si caratterizza per un volume dolce e importante allo stesso tempo. La struttura ricorda un tessuto pieghettato verticale che sembra giocare con i cambiamenti della luce e ombre, che mutano l’effetto a rilievo.
Un ritmo definito dalla tridimensionalità di questo speciale materiale.

Schizzo Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi
Schizzo Plissé by Paolo Ulian, Antoniolupi