Pedrali sfila sulla Strip

Debutta Pedrali a HD Expo. Una sinergia, quella con il mercato americano, che passa attraverso il progetto. Un esempio? Cenate al ristorante Lago di Las Vegas!

Lago by Julian Serrano designed by Alessandro Munge of Studio Munge, photo Evan Dion

È un debutto in grande stile quello di Pedrali sulla scena americana. L’azienda di Mornico al Serio sceglie infatti HD Expo Las Vegas per presentarsi al mondo dell’ospitalità oltreoceano: una kermesse – e altresì la città intera – che del settore è autorevole rappresentante.
La stessa Pedrali non è da meno. Forte di una storia nel settore del design italiano che dura da 56 anni, l’azienda ha consolidato la sua presenza nel mondo del progetto e nelle sue svariate declinazioni (dal comparto alberghiero alla ristorazione, dall’office al retail, al settore educational e cultura) creando collezioni – in collaborazione con note firme del panorama creativo internazionale – in grado di contestualizzarsi tanto nel panorama residenziale quanto nelle cornici ben più ampie e sfaccettate del contract, rispondendo ai più alti standard qualitativi di resistenza grazie anche alle numerose certificazioni ottenute. Perfino l’outdoor è stato ampliato e arricchito con proposte complete per gli ambienti en plein air, in sinergia con le richieste del comparto.

Tribeca by CMP Design

Sono proprio queste creazioni dedicate all’arredo per esterni le grandi protagoniste dell’area espositiva al Mandalay Bay di Las Vegas (Booth 4461). All’interno di una scenografia dominata da una nuance ottanio, emerge con la sua varietà cromatica la collezione Tribeca (progettata da CMP Design), famiglia di sedute outdoor che reinterpreta in chiave moderna le icone da terrazza anni ‘60 realizzate in acciaio con intreccio. E Remind (design di Eugeni Quitllet) che grazie alla sua funzionalità e versatilità può adattarsi tanto nei contesti all’aria aperta quanto indoor; merito anche della sua espressività formale che diventa valore universale, riprendendo la memoria delle curve morbide delle sedie in legno della seconda metà dell’800.

Remind by Eugeni Quitllet

Passato e futuro sono un binomio che definisce la progettualità Pedrali, ma anche l’identità aziendale stessa, che dalla storia trae linfa vitale per proiettarsi in una dimensione di innovazione costante. «Come primo produttore di sedie in Italia e come marchio presente all’interno del mondo hospitality da oltre 56 anni, Pedrali si caratterizza per l’alta qualità dei suoi prodotti che si connotano per essere durevoli, resistenti ed estremamente confortevoli, per le certificazioni ottenute e per l’ampia gamma delle sue collezioni – spiega Monica Pedrali, CEO dell’azienda – Tutte caratteristiche capaci di rendere questi prodotti perfetti per il mercato americano, che rappresenta da sempre un segmento importante. Oltre a raccontarci attraverso i nostri prodotti, HD Expo è un ottimo pretesto per continuare a raccontare la nostra storia: iniziata oltre 56 anni fa con Mario Pedrali all’interno di un’officina da fabbro che, nel corso degli anni, si è trasformata in un Brand di 280 persone e due sedi, con alla guida i suoi figli, io e mio fratello Giuseppe. Quella di Pedrali è una storia di famiglia».

Lago by Julian Serrano designed by Alessandro Munge of Studio Munge, photo Evan Dion

Non poteva quindi mancare a Las Vegas un best seller di casa Pedrali come la poltrona Ester disegnata da Patrick Jouin proprio per arredare i ristoranti dello chef stellato Alain Ducasse. Un’icona amata e ammirata anche nella ‘Sin City’: Ester infatti è stata scelta per arredare la sala da pranzo del ristorante Lago, primo ristorante italiano dello chef stellato Julian Serrano, affacciato sulle fontane del Bellagio Resort & Casinò. Il tocco di raffinata eleganza della forma e avvolgente calore enfatizzato dai toni del beige e marrone si integrano al concept del locale (progettato dallo Studio Munge di Toronto) ispirato al futurismo italiano: dettagli cromati a specchio, elementi decorativi nei colori del blu e del bianco, pannelli bianco ottico retroilluminati che creano giochi di sovrapposizioni per tutto il soffitto finendo a cascata lungo le pareti.

Twins Garden, Mosca

Arricchiscono il panorama espositivo la collezione di sedie, poltroncine e sgabelli Vic di Patrick Norguet (arredo esclusivo del ristorante Twins Garden a Mosca e della catena di Hotel Okko, a Parigi e a Strasburgo, oltre che della famosa Terrazza Martini in centro a Milano) e la poltroncina e sgabello Jazz, collezione che costella anche DoubleTree by Hilton Turin Lingotto fino all’incantevole Caffè Fernanda, nella celebre Pinacoteca di Brera a Milano.

Caffè Fernanda, Brera, Milano © ph. Michele Nastasi

L’esordio di Pedrali a HD Expo è una tappa del percorso di consolidamento del brand all’interno del mercato americano – basti pensare che le collezioni del brand arredano alcuni dei più importanti building degli States come la Morgan Library & Museum di New York o il Guthrie Theatre a Minneapolis firmato da Jean Nouvel.
Percorso che vedrà un’ulteriore evoluzione a Giugno con la prima partecipazione di Pedrali a NeoCon Chicago.
«Pedrali esporta da 45 anni in America e Canada. Anche per la maggior parte dei nostri clienti si tratta della seconda generazione. Questo è un dato sintomatico della nostra radicata presenza sul mercato – conclude Monica Pedrali – Il solo fatto di investire quest’anno in due fiere negli Stati Uniti, HD Expo a Las Vegas e Neocon a Chicago, esprime il forte interesse di Pedrali e l’intento di continuare a crescere in modo capillare nel territorio».

ore, Versailles © ph. Pierre Monetta