Superfici narranti

Atmosfere accoglienti e introspettive o metafisiche e realistiche, la nuova collezione di carte da parati per il bagno WET System di Wall&decò racconta storie, dove i protagonisti sono i colori, le forme, le luci e i materiali

Raio, WET System collection by Wall&decò
Raio, WET System collection by Wall&decò

Veste le pareti e la fa con sofisticata eleganza, la collezione WET System di Wall&decò prevede due differenti moodboard che hanno in comune l’attenzione per le palette cromatiche, per gli accostamenti, per la scelta dei materiali ed entrambi sanno come rendere importanti le pareti del bagno. WET System è il rivestimento murale brevettato, dedicato agli ambienti umidi e totalmente impermeabile all’acqua che offre infinite possibilità decorative nei bagni domestici o nelle spa.

Burana, WET System collection by Wall&decò

Burana, WET System collection
by Wall&decò

The Rise, WET System collection by Wall&decò

The Rise, WET System collection
by Wall&decò

Mufarina, WET System collection by Wall&decò

Mufarina, WET System collection
by Wall&decò

Il primo moodboard Comfort Zone delinea le atmosfere accoglienti e introspettive con l’eleganza del caramello. L’area bagno, sempre più area living, offre uno spazio che grazie alle carte da parati è avvolto dalla natura, non nella sua espressione botanica, ma attraverso forme organiche, fluide, prive di spigoli e attraverso materiali come la terra e la creta. I toni panna e beige sono interrotti solo da lampi di nero materico che diventa elemento grafico. Burana trasforma lo spazio in un chiostro domestico con luce e riflessi, The Rise è una texture materica con forme organiche che si susseguono e Mufarina crea un vero microambiente domestico sulle pareti del bagno.

Fluttuante, WET System collection by Wall&decò

Fluttuante, WET System collection
by Wall&decò

Dedalo, WET System collection by Wall&decò

Dedalo, WET System collection
by Wall&decò

Miraggi, WET System collection by Wall&decò

Miraggi, WET System collection
by Wall&decò

Per il moodboard A Candy Lens l’America diventa la protagonista, connotando gli spazi in maniera onirica. I toni delle carte da parati diventano pastello, ma mai leziosi, Los Angeles appare infatti attraverso i suoi colori più estivi, arsi dal sole. Queste creazioni sono contraddistinte dalla contaminazione della materia, le tinte sono mescolate alle terre e alla patina del tempo: la polvere connota i gialli e i blu, abbinandosi al corallo e ai grigi azzurri. Ispirata alla luce, al movimento delle acque e alle onde la creazione Fluttuante è fatta ad acquerello, Dedalo, attraverso un linguaggio geometrico si ispira all’estetica urbana mentre in Miraggi grandi macchie di colore fanno da sfondo a disegni con contorni a matita e schizzi realizzati a getto, provocando l’idea del miraggio.