Spazi per riconnettersi

Tante le novità nel mondo dell’arredo e dell’illuminazione en plein air, tutte con un unico obiettivo: quello di creare un senso domestico e di intimità anche negli ambienti esterni

Patio by Minotti, Design GamFratesi
Patio by Minotti, Design GamFratesi

Sempre più sottili i confini tra in e out e sempre maggiore il desiderio di vivere all’aperto per rigenerarsi e riconnettersi con la natura. Per godersi il relax su comodi lettini e divani o per sereni momenti di convivialità a tavola, l’arredo outdoor è progettato per il massimo comfort, con materiali innovativi, tutti orientati alla sostenibilità e alla funzionalità.

Trampoline sunbed by Cassina - Design Patricia Urquiola - Photo © Gionata Xerra
Kasbah by Living Divani, Design David Lopez Quincoces - Photo © Giorgio Possenti
Patio by Minotti, Design GamFratesi
Franck Modular by Perennials and Sutherland, Design Vincent Van Duysen
Les Arcs by Unopiù, Design Meneghello Paolelli Associati - Photo © Mattia Greghi
Altopiano by Paola Lenti, Design Robin Rizzini
Trampoline sunbed by Cassina - Design Patricia Urquiola - Photo © Gionata Xerra
Kasbah by Living Divani, Design David Lopez Quincoces - Photo © Giorgio Possenti
Patio by Minotti, Design GamFratesi
Franck Modular by Perennials and Sutherland, Design Vincent Van Duysen
Les Arcs by Unopiù, Design Meneghello Paolelli Associati - Photo © Mattia Greghi
Altopiano by Paola Lenti, Design Robin Rizzini
previous arrow
next arrow
 

 

La Collezione Cassina Outdoor 2021 propone Trampoline sunbed di Patricia Urquiola, un nuovo lettino caratterizzato da un’accogliente forma ovale. Disponibile con gambe fisse o ruote posteriori, è una proposta versatile per vivere momenti di totale benessere all’aria aperta. La struttura è in acciaio inox verniciato a polvere nei colori avorio o fango, il lettino è corredato da un confortevole materassino e provvisto di un comodo schienale regolabile.

Il nuovo divano modulare Kasbah firmato da David Lopez Quincoces per Living Divani rafforza il legame con la natura, con uno stile che si fa rilassato e informale, senza rinunciare alla delicatezza delle forme e all’eleganza. Una base in legno massello di teak crea un segno orizzontale per diversi moduli combinabili a piacere, su cui poggiano invitanti cuscini e un rullo che funge da bracciolo o poggiatesta, se usato come lettino.

Un mix inaspettato di materiali diversi: alluminio, legno, pietra, corda caratterizza il divano Patio, disegnato dallo studio italo-danese GamFratesi per Minotti. Il sistema di sedute per esterni è concepito come un mosaico dinamico componibile e riconfigurabile, a misura dello spazio a disposizione e dell’atmosfera che si vuole creare.  Il progetto della struttura della base consente di collocare gli schienali in varie posizioni lungo tutto il perimetro, per disegnare a proprio piacimento zone conversazione, relax e situazioni vis-à-vis, intervallando le sedute con tavolini, pouf e panche.

Perennials and Sutherland presentano gli arredi outdoor Franck Modular di Vincent Van Duysen. Il designer sceglie una prospettiva architettonica per progettare gli arredi, che oltre le semplici forme sviluppano vere e proprie relazioni spaziali. Funzionalità, comfort e durevolezza sono i tre pilastri di Franck Modular, che unisce dettagli ricercati, eccellenze artigianali e una precisione impeccabile. La nuova collezione tessile Perennials by Van Duysen conferisce un tocco di esclusiva ricercatezza agli imbottiti.

Les Arcs, la collezione Unopiù, progettata in collaborazione con Meneghello Paolelli Associati, è ripensata nella forma, nel materiale e nel colore. Si aggiungono una nuova poltrona singola, divani con angolo a sinistra o a destra e due tavolini. Si punta su materiali naturali e sull’idea delle corde intrecciate per rivestire gli archi degli schienali, per incontrare diverse tipologie di clientela e vari contesti di utilizzo. Il design originale degli archi intrecciati si sposa con la scelta dell’alluminio, un materiale leggero, riciclabile, efficiente e duttile.

Anche un pranzo all’aria aperta può rappresentare un momento di ricarica per corpo e mente, soprattutto se in compagnia di amici e cari. Paola Lenti presenta per queste occasioni il tavolo da pranzo Altopiano, design Robin Rizzini. Il piano, composto da elementi in Glaze, gres porcellanato stampato, poggia su una struttura in alluminio, che può ospitare anche accessori tondi o rettangolari disponibili nelle stesse finiture, scorrevoli e posizionabili lungo l’asse centrale della base.

Timeless by Gandiablasco, Design José A. Gandía-Blasco & Borja García
Timeless by Gandiablasco, Design José A. Gandía-Blasco & Borja García
Ringer collection by Kettal, Design Michael Anastassiades
Ringer collection by Kettal, Design Michael Anastassiades

La collezione TIMELESS si arricchisce di una ‘club chair’, disegnata da José A. Gandía-Blasco e Borja García per Gandiablasco, con braccioli realizzati in legno di teak, un materiale nobile e caldo che si combina con le molteplici tonalità e texture delle altre finiture e contrasta con il carattere minimalista dei profili in alluminio. In un gioco di angoli, linee oblique, volumi e trame, la poltrona è completamente personalizzabile grazie a una vasta gamma di colori, dai classici (bianco, antracite, sabbia, bronzo, cemento) a tonalità intense come il marrone arancio, il verde bottiglia e il rosso vinaccia.

La Ringer Collection nasce dalla prima collaborazione tra Kettal e Michael Anastassiades. Il nome fa riferimento al tradizionale gioco del lancio dei ferri di cavallo. Michael ha sfruttato l’esperienza di Kettal nella fabbricazione dell’alluminio per creare una collezione robusta e facile da spostare. La poltrona ha un unico bracciolo e schienale, la sfida è stata quella di far apparire i singoli elementi che compongono la sedia come senza giunture visibili, ma con una solida struttura.

Lyze by EMU, Design Florent Coirier
Doga by Nardi, Design Raffaello Galiotto
Tetris by Ethimo, Design Marc Sadler
Socrate Outdoor by Caimi Lab, Design Mario Trimarchi
Lyze by EMU, Design Florent Coirier
Doga by Nardi, Design Raffaello Galiotto
Tetris by Ethimo, Design Marc Sadler
Socrate Outdoor by Caimi Lab, Design Mario Trimarchi
previous arrow
next arrow
 

 

Per la collezione Lyze di EMU, Florent Coirier disegna una famiglia di arredi raffinata e contemporanea. L’insolito schienale in acciaio inossidabile è fissato meccanicamente alla seduta in alluminio e può consentire varie e sofisticate combinazioni di colori.

“Ogni doga è come un semi cilindro appoggiato al telaio e poi raccordato grazie a un’accurata modellazione software tridimensionale in grado di restituire un gradevole effetto di morbidezza visiva e tattile.” spiega Raffaello Galiotto che ha progettato per Nardi la nuova collezione d’arredo Doga, composta da sedute con e senza braccioli, poltroncina lounge e un tavolino monoblocco in resina fiberglass, ispirata al tema della doga. La palette cromatica spazia da tinte allegre a tonalità eleganti come bianco, antracite, tabacco e color cappuccino.

Per sfruttare anche le ore serali, Ethimo presenta Tetris (design Marc Sadler), una lampada da terra e, al tempo stesso, un pratico tavolo d’appoggio o pouf da giardino. I vari tetramini in teak si incastrano fra di loro proprio come in un ‘tetris’ e le linee di congiunzione filtrano la luce, generata da un corpo a LED ricaricabile, nascosto all’interno, che illumina lo spazio circostante.

Anche lo storico sistema di librerie progettato da Mario Trimarchi per Caimi Lab viene portato fuori, all’aria aperta, diventando Socrate Outdoor. Si tratta di un sistema modulare composto da una struttura base, fatta di montanti, crociere e griglie, prodotti in tondino di acciaio zincato e verniciato. Le tonalità scelte ben si armonizzano con quelle presenti nella natura: i colori della struttura sono un grigio antracite e un turchese pastello, mentre gli accessori in metallo sono in grigio antracite, turchese pastello, verde oliva e verde-bianco.

Flia by Luceplan, Design Alessandro Zambelli
Flia by Luceplan, Design Alessandro Zambelli
Ambrogio by Slide, Design Favaretto & Partners
Ambrogio by Slide, Design Favaretto & Partners

Una lampada nomade in grado di adattarsi a diverse tipologie di spazi e alle più svariate esigenze, è Flia, disegnata da Alessandro Zambelli per Luceplan. La miniaturizzazione della fonte luminosa è il punto cardine del progetto. Lo stelo, in carbonio, è sostenuto da un cilindro contenente il cuore pulsante e conferisce alla lampada resistenza, leggerezza e flessibilità.

Con l’obbiettivo di rallegrare giardini e terrazzi, Slide propone il tavolino Ambrogio di Favaretto & Partners, realizzato con un innovativo materiale plastico interamente riciclato proveniente dal Tetrapak. Il tavolino, a forma di maggiordomo, ha dimensioni ridotte e grazie al progetto di economia circolare permette di sentirsi responsabilmente attivi nel dare nuova vita a materiale che di solito è destinato a inceneritori e discariche.