Uno strappo al mercato

Wall&decò entra ufficialmente nella squadra Diesel Living e per il debutto della collaborazione propone 12 grafiche che visitano i temi caldi della storia dell’architettura e dell’interior con un allestimento molto rock, aggressivo e inconsueto

Da sinistra, Andrea Rosso, Christian Benini, Christian Tomadini
Da sinistra, Andrea Rosso, Christian Benini, Christian Tomadini

“Carta canta” potrebbe essere l’incipit di questa nuova avventura dell’azienda romagnola e con l’arrivo di Diesel Living gli scenari che si aprono sono numerosi e interessanti. Il set allestito nello showroom milanese vede le nuove collezioni intrecciarsi tra di loro, divise da strappi che rappresentano un segnale forte e chiaro di come l’anima Diesel Living interpreta – con la totale complicità di Wall&decò – l’oggetto wallpaper, sia nelle scelte grafiche che nell’utilizzo.

IFDM ha incontrato all’opening il management di Wall&decò, Christian Benini e Christian Tomadini, e Andrea Rosso, che di Diesel Licenses è il direttore creativo.

Diesel Living with Wall&decò. Architectural Color Block
Diesel Living with Wall&decò. Architectural Color Block

Organizzazione (Christian Tomadini) e creatività (Christian Benini) contaminate da una differente creatività (Andrea Rosso) e una visione globale. Come commentate le prospettive che vi si aprono davanti?
C. Tomadini: Valuto dirompente l’ingresso di Diesel Living in Wall&decò, una presenza che ci consentirà – tra l’altro – di aggredire mercati che al momento per noi sono marginali: Asia e USA su tutti. Personalmente ho sempre creduto che Diesel Living, tra tutti i progetti lifestyle legati a un brand della moda fosse il più bello e fresco sotto tutti i punti di vista
C. Benini: Trovo la collaborazione eccitante, sia per quello che deve arrivare, sia per quello che presentiamo oggi. Con Diesel ci conosciamo da qualche anno, abbiamo avuto il tempo di confrontarci e la relazione ha avuto modo di maturare. Ho sempre apprezzato molto la mano di Andrea (Rosso) nelle collezioni di Diesel: la loro identità è sempre molto riconoscibile.
A. Rosso: L’impatto visivo che vedete qui oggi è molto forte, si fa ricordare, non tutti possono esprimere una potenza visiva tale. Il solo modo in cui è stata montata la carta da parati non è banale: questi strappi che introducono un soggetto differente sono una novità, l’overlay ha una forza comunicativa veramente interessante e bella. Nell’allestimento abbiamo inserito anche fotografie dei nostri viaggi, ricordi di esperienze forti. Insomma, un modo di pensare la carta da parati diverso dal solito.

Diesel Living with Wall&decò. Wild Gradient
Diesel Living with Wall&decò. Wild Gradient

Già la “carta canta”, ma da oggi domani il volume aumenterà?
A. Rosso: Prima di tutto devo dire che la sperimentazione non ci fa paura, sono e siamo consapevoli del rischio di una proposta così wild e aggressiva, ma ci crediamo tutti e i piedi sono ben saldati per terra e…penso proprio che la carta canterà molto.

Un grande strappo al mercato e un altro muro che cade?
C. Benini
: Per noi sicuramente è così, c’è una filosofia nuova e un prodotto pronto in rolli. Affronteremo la distribuzione con una proposta differente.

Le risorse umane sia interne che esterne e la filiera commerciale: questo è un cambiamento che produrrà un cambiamento?
C. Tomadini: Wall&decò negli ultimi anni ha avuto numerosi cambiamenti, la partnership con Diesel Living porterà sicuramente energia per affrontare canali ancora inesplorati – e parlo soprattutto dell’area digital e dell’e-commerce – e questo inevitabilmente modifica le strategie di promozione e di vendita; conseguentemente anche chi ha ruoli commerciali dovrà vestire una divisa differente da quella indossata fino ad oggi.

Diesel Living with Wall&decò. Forest Camo
Diesel Living with Wall&decò. Forest Camo

Il digitale è territorio ambìto da tutti, ma il settore arredo in generale non sembra subirne un’attrazione importante. Qual è il tuo pensiero in merito?
A. Rosso: Io sono del 1977, per me – per riprendere il file rouge di questa nostra conversazione – la carta canta ancora molto, ma sono molto aperto alle novità. Quando Marilù Benini (Head of Marketing & Communication, ndr) mi ha fatto vedere WeMu, il percorso virtuale lanciato nell’autunno dello scorso anno, l’ho trovato emozionante ed efficace. In sintesi: se il web mi consente di scegliere più velocemente e meglio, magari supportato da un adeguato customer service, quello è il mio strumento. Non dobbiamo avere nostalgie o stereotipi che ci frenano verso l’innovazione.

Diesel Living with Wall&decò. Ripped Sky
Diesel Living with Wall&decò. Ripped Sky
Diesel Living with Wall&decò. Desert Flowers
Diesel Living with Wall&decò. Desert Flowers

Wall&decò sarà il player che avrà grandi sinergie con tutti gli altri partner di Diesel Living, la natura del prodotto abbraccerà gli ambienti, le sinergie saranno numerose. E carta canterà sempre più forte.