London Design Festival 2021: ecco le anticipazioni

Ritorna a Londra dal 18 al 26 settembre l'evento più importante per la creatività e il progetto. Ecco le anticipazioni

London Design Festival 21
London Design Festival 2021

Dal 18 al 26 settembre ritorna il London Design Festival, la settimana più attesa a Londra per il mondo della creatività e del progetto. Giunta alla 19esima edizione, la kermesse voluta e ideata nel 2003 da Sir John Sorrell e Ben Evans, trasformerà come ogni anno i quartieri e le istituzioni culturali della capitale con una serie di installazioni en plein air, mostre ed eventi speciali.

Un festival che, all’alba della nuova era inglese di apertura post-Covid, vuole attirare non solo il pubblico locale ma anche quello internazionale, come afferma il Chairman Sir John Sorrell: «Speriamo che il Festival di quest’anno non venga visto solo da quelli di Londra, ma dal pubblico di tutto il mondo, e che saremo in grado di dimostrare che il design sarà al centro del futuro».

Architecture+Reality (A+R) by Sou Fujimoto produced by Tin Drum

Tra i landmark projects, Architecture + Reality (A+R) al Victoria&Albert museum, un’installazione di mixed reality a cura di Tin Drum, studio di realtà mista, con l’architetto giapponese Sou Fujimoto: una successione di elementi naturali e architettonici evolverà in base al movimento del pubblico nello spazio, creando un design quasi vivente che indica l’interrelazione di tutte le cose, una riflessione sul ruolo del progetto nella società e anche sul cambiamento climatico.

Yinka Ilori

Uno dei grandi protagonisti già annunciati è il designer del momento Yinka Ilori, creativo britannico di origine nigeriana, già emerging talent del Ldf 2020, che presenterà un progetto all’interno della serie di eventi Let’s Do London voluta dal sindaco Sadiq Khan, per trasformare la città in una galleria d’arte a cielo aperto. Novità assoluta per il Ldf, i Designposts, delle insegne in quercia rossa americana sostenibile che identificheranno ogni distretto, create da dieci talenti emergenti, in collaborazione con l’American Hardwood Export Council (AHEC) e Benchmark.

A proposito dei distretti, accanto agli affermati Brompton Design District, Clerkenwell Design District, Islington Design District, King’s Cross Design District, Mayfair Design District, Shoreditch Design Triangle, ci saranno William Morris Design Line che ha debuttato lo scorso anno, e i nuovi Design District at Greenwich Peninsula, Park Royal Design District e Southwark South Design District.

I designer di Designposts. Da sinistra, Aude Saint Joanis, Sean Sutcliffe (Benchmark), Kate Woodcock-Fowles, Jason Brooker, Megan Makinson, Darta Shokrzadeh, Faye Greenwood, Daegyu Kim, Alba Elezi, Carrie Coningsby, Peter Marigold e David Venables (AHEC) nel laboratorio di Benchmark a Kintbury. Credit foto: Thom Atkinson.

Tra gli hub del festival, il Victoria&Albert Museum che ospiterà installazioni e spettacoli di designer internazionali che, in vista del vertice internazionale sul clima COP26 nel Regno Unito a novembre, saranno incentrati sulla sostenibilità e sulla salvaguardia dell’ambiente. 

Infine, tra le novità, il debutto di Design London, dal 22 al 28 settembre al Magazine London in North Greenwich, il trade show con una selezione di marchi di arredamento e illuminazione e interni contract, nonché collaborazioni con designer affermati ed emergenti.