Investimenti e crescita: le PMI d’eccellenza nel mobile e arredo

Utili reinvestiti in azienda, nuovi posti di lavoro, spinta internazionale: ecco i numeri delle eccellenze italiane selezionate dall’Osservatorio PMI di Global Strategy, di cui 28 nel settore degli arredi

Antonella Negri, Presidente e CEO di Global Strategy
Antonella Negri, Presidente e CEO di Global Strategy

Il terreno più fertile per far fruttare i talenti dell’imprenditoria italiana, come è noto, è quello delle piccole e medie imprese. Fra queste, molte raggiungono performance di altissimo livello. 722, per l’esattezza, sono le aziende d’eccellenza individuate dall’Osservatorio PMI di Global Strategy, società di consulenza strategica e finanziaria.

Aziende d’eccellenza individuate dall’Osservatorio PMI

Le aziende sono state scelte da un database relativo all’andamento, negli ultimi 5 anni, di oltre 60.000 aziende di capitali con un fatturato superiore ai 5 milioni di euro, di cui circa 10.800 costituiscono l’universo di riferimento delle imprese di media capitalizzazione, con un fatturato compreso tra i 20 e i 250 milioni di euro nel manifatturiero e nei servizi e tra i 20 e i 500 nel commercio.

“Con 3,2 miliardi di euro di utili reinvestiti in azienda e con 30.000 nuovi posti di lavoro, le eccellenti dimostrano che investimenti, innovazione e internazionalizzazione sono la ricetta giusta”, commenta Stefano Nuzzo responsabile dell’OsservatorioPMI ed Equity Partner di Global Strategy.

Stefano Nuzzo, Responsabile dell’OsservatorioPMI ed Equity Partner
Stefano Nuzzo, Responsabile dell’OsservatorioPMI ed Equity Partner

L’Osservatorio, giunto all’undicesima edizione, ha dedicato un focus anche al macrosettore del mobile e arredo, in cui ha individuato 28 aziende eccellenti da un database di circa 1.200. Queste eccellenze si sono distinte per tassi di crescita, redditività e solidità superiori alla media del proprio comparto. Qualche esempio? Dal 2013 al 2017 hanno reinvestito nel patrimonio netto il 61% degli utili, hanno aumentato il numero complessivo di dipendenti di oltre 1.000 unità (+25%) e la retribuzione pro-capite del 14%. Fatturato e marginalità sono cresciuti, aumentando il flusso di cassa disponibile.

Il valore della produzione ha raggiunto infatti i 1.736 milioni di euro, con una crescita media annua del 12,5%, mentre il risultato operativo è aumentato mediamente del 30,5% per un totale di 214 milioni di euro. Dal 2012 il patrimonio netto è aumentato del 104%, rispetto al +85% di tutti i settori considerati nel database. La maggior parte delle aziende eccellenti si trovano nel Nordest (57,1%) e nel Nordovest (28,8%). Seppur meno numerose, le PMI eccellenti di Sud e isole sono al secondo posto per la crescita della produzione (+12,5%).