minotticucine, evoluzione della specie

Oro, ottone, bronzo: ‘l’era dei metalli’ segna il percorso progettuale dell’azienda veronese. Spartiacque stilistico che è emblema di intelligenza creativa e di profonda conoscenza della materia e dell’uomo

Maya Oro by minotticucine, Design Alberto Minotti
Maya Oro by minotticucine

Sapiens. Non è sbagliato definire così una strada tracciata da sperimentazione, esperienza, sensibilità. Quella percorsa da minotticucine nella progettazione di elementi sempre più avanzati e maturi, sino a marcare una netta evoluzione stilistica con una nuova ‘era del metallo’. Un traguardo che nasce dall’eliminazione del superfluo a beneficio della centralità dell’individuo, raggiunto attraverso un minimalismo estetico estremo come esaltazione di spiritualità. Un ‘vuoto’ che non è mancanza, ma riflessione e interiorità.

Sono queste le fondamenta di Maya Oro, uno dei modelli storici firmati da minotticucine sul quale viene utilizzato adesso per la prima volta l’oro 24K. Una finitura, declinata sull’anta, ottenuta tramite un particolare processo di galvanizzazione e accostata alla pietra nelle tonalità verde-azzurro, presente nel progetto originale. L’effetto risulta potente non solo formalmente ma anche tecnicamente, grazie agli spessori sottili studiati per l’apertura delle ante, che avviene senza alcuna maniglia o gola con una sporgenza di soli 7 millimetri dal piano in pietra sovrastante. Un filo anta spesso solo 3 mm gira tutto intorno alla cucina diventando funzionale all’apertura dei moduli, alternabili tra basi sospese, basi a terra e basi basse.

Maya Oro by minotticucine, Design Alberto Minotti

Maya Oro by minotticucine

Hanami Fibonacci by minotticucine, Design Alberto Minotti

Hanami Fibonacci by minotticucine

Al recente Fuorisalone 2021 di Milano era in compagnia della composizione Hanami Fibonacci, connotata da finiture fredde e superfici essenziali, in cui l’ottone trova la massima espressione. Di questa suggestiva lega composta da rame e zinco sono formati il piano, il lavello saldato al suo interno e le mensole, posizionate secondo la sequenza numerica del matematico che ne ha ispirato il nome, accoppiato a quello più nipponico per l’introduzione della maniglia che rende gli elementi sporgenti necessari e non semplice decoro. Il legno fossile, recuperato e lavorato, ne completa il grande impatto scenografico.

Infine, c’è l’antesignana di tutto. Terra Bronzo, capolavoro scultoreo di Claudio Silvestrin, interamente realizzato in bronzo fuso che ha richiesto non poche abilità tecniche per riuscire a rendere leggero un materiale per natura estremamente pesante. Senza dimenticare le esigenze igieniche richiesta da una cucina, soddisfatte utilizzando piastre di fondo identiche a quelle usate per la produzione di pasta industriale.

Terra Bronzo by minotticucine, Design Claudio Silvestrin

Terra Bronzo by minotticucine, Design Claudio Silvestrin