Nuove voci fuori dal coro

Sono i giovani talenti internazionali, emergenti sulla scena del design e dai contest a loro dedicati

Bang Universe. Photo © Mattias Hamren
Bang Universe. Photo © Mattias Hamren

 C’è chi ha già in portfolio diverse creazioni, chi invece si è affacciato da poco sulla scena internazionale. In comune, non solo una spiccata creatività che ha permesso loro di distinguersi nell’ampio parterre di giovani designer, quanto più un percorso personale che è solo agli esordi e che promette brillanti sviluppi. Da tenere d’occhio con attenzione, questi talenti emergenti si muovono liberamente nel campo della progettualità con forte sperimentalismo e capacità di contaminazione, pur tendendo fede a capisaldi come tecnologia, sostenibilità, tradizione, attentamente miscelati.
Sebbene le consuete piattaforme espositive siano venute a mancare nell’ultimo anno, numerose sono state le vetrine alternative e le premiazioni digitali che hanno consacrato il loro talento. Perché, come per loro, non c’è limite alla fantasia!

Elina by Dirk Vosding
Dirk Vosding
Concur Prototypes by Mac Collins
Mac Collins
Elina by Dirk Vosding
Dirk Vosding
Concur Prototypes by Mac Collins
Mac Collins
previous arrow
next arrow
 

Dirk Vosding | Germany

“Il design ricorda le lampade a pinza delle librerie, ma dotato di molto più fascino: un prodotto piccolo, semplice ma sottile, che sembra altrettanto bello come una lampada da tavolo o un fermalibri su una credenza o un comodino”.
Queste le parole di Eva Marguerre, a nome dell’intera giuria del Pure Talents Contest 2021 di imm cologne, che accompagnano il secondo premio conferito a Dirk Vosding per Elina, originale oggetto trasformabile che, se chiuso, funge da fermalibri, se invece il disco di vetro interno viene lentamente sfilato, va a creare una sorgente luminosa attorno ai libri fino a diventare, una volta estratto completamente, una luce di lettura.

Mac Collins | UK

Una progettualità che indaga e celebra la bellezza intrinseca dei materiali con cui lavora, e che al contempo si arricchisce di narrazioni personali e culturali. Perseguendo questo concept Mac Collins, quale designer britannico dalle origini caribiche, utilizza il design per esplorare la propria identità. L’importanza che riserva ai materiali è evidente nel progetto presentato per “Discovered”, piattaforma ideata dall’American Hardwood Export Council in partnership con Design Museum per promuovere le nuove generazioni di designer, a cui è stato chiesto di realizzare un oggetto in risposta alla propria esperienza nel mondo messo a dura prova dalla pandemia. Mac Collins disegna la seduta Concur in quercia rossa americana, che diventa luogo di riflessione e lettura.

Lab by Frase
Frase: Francesca Giulia Poli & Seppe van Heusden
Inheritance Collection by Stephen Kenn
Stephen Kenn & Beks Opperman
Lab by Frase
Frase_Francesca-Giulia-Poli-and-Seppe-van-Heusden
Inheritance Collection by Stephen Kenn
Stephen Kenn & Beks Opperman
previous arrow
next arrow
 

Frase | Italia e Olanda

Li abbiamo scoperti lo scorso anno alla Stockholm Furniture Fair, li abbiamo rivisti quest’anno tra i Nominated al Pure Talents Contest di imm Cologne. Sono Francesca Giulia Poli e Seppe van Heusden, in arte Frase. Lei Italiana, lui Olandese, si completano a vicenda nelle forze e debolezze: il risultato nei loro prodotti è un design puro, armonioso, che ripensa agli oggetti affinchè possano durare nel tempo. Arredi, illuminazione, accessori: il punto iniziale sono sempre i materiali locali, la produzione altrettanto locale e la sostenibilità. Come nella collezione Lab, che combina metallo e vetro, entrambi materiali sostenibili ma opposti in termini di aspetto fisico, a dar vita a una serie di oggetti contenitori dalle forme perfettamente cilindriche.

Stephen Kenn | LA Design Festival 2020 – Edge Award  – Photo © Amy Bartlam

Ha vinto lo scorso anno l’Edge Award indetto da LA Design Festival, ma la sua carriera nel furniture design inizia ben prima. Stephen Kenn Studio apre le porte nel 2011 (Beks Opperman è la co-founder nonché sua moglie) con un focus specifico sull’home and travel: fondamentale è stata la precedente esperienza di Stephen nel design di travel bag che nel passaggio all’interior ha mantenuto la medesima attenzione verso materiali unici e quella curiosità di creare oggetti progettati semplicemente che servono a uno scopo.
È il caso della Inheritance Collection, dove appunto la curiosità nella progettazione e materiali ricercati ne sono la cifra progettuale. Questa linea di sedute porta all’esterno e quindi visibile la struttura solitamente interna del divano; le cinghie sul retro e sui lati sono una replica di una cintura dell’esercito svizzero della Seconda Guerra mondiale, utilizzata per legare le provviste sugli animali da soma.

Maya Collection by Luiza Guidi
Luiza Guidi
Bang Paper Collection by Bang Universe, Photo © Mattias Hamren
Maya Collection by Luiza Guidi
Luiza Guidi
Bang-Universe-Fotograf-Mattias-Hamren-6-1-scaled
previous arrow
next arrow
 

Luiza Guidi | Brazil

Vincitrice del Pure Talents Contest 2021 indetto da imm Cologne (con una cerimonia di premiazione eccezionalmente virtuale), Luiza Guidi ha rubato la scena con la sua Maya Collection, una famiglia di lampade composte da una minimale cornice luminosa a LED; applicate a muro su un lato, si possono scostare con un semplice gesto come fossero una porta che spalanca su una nuova dimensione; affiancate, creano sculture dagli emozionali giochi di luce e ombra.
“Accanto al problem solving, creo per l’esperienza poetica in sé. Affronto temi difficili con un approccio leggero e di conseguenza i miei progetti seguono la stessa direzione”. Di origini brasiliane, Luiza Guidi è ora di base in Olanda, dove ha conseguito la laurea alla Design Academy di Eindhoven.

Bang Universe | Svezia 

 “Il design per noi è energia, tanto nel dare quanto nel ricevere. Bang Universe è costantemente alla ricerca di nuovi mondi, e sfidiamo noi stessi provando nuovi colori e concept, indipendentemente dal fatto che stiamo lavorando a un prodotto o uno spazio”.
In questa costante ricerca dello studio fondato da Theresia Svanholm che è anche art director, si inserisce perfettamente la Bang Paper Collection, presentata alla digital edition 2021 di Greenhouse, nota vetrina per designer emergenti della Stockholm Furniture & Light Fair.
Elemento base collezione (che conta una serie di arredi e oggetti) è un cilindro realizzato in carta al 100% riciclata, a cui si abbina il legno del piedistallo e del top. Il tutto applicato senza viti. Ne risulta un prodotto estremamente sostenibile e semplice da assemblare.