Maria Porro alla guida del Salone

Classe 1983, è la neo-presidente del Salone del Mobile.Milano

Maria Porro
Maria Porro

“Sono cresciuta con il Salone del Mobile. Da bambina accompagnavo mio nonno Carlo nei padiglioni della sede storica, ho vissuto il trasferimento nei nuovi spazi di Rho e partecipato con entusiasmo al Salone di Shanghai”. Esordisce così Maria Porro, nella sua prima dichiarazione da neo-presidente della più importante manifestazione di design a livello internazionale, quest’anno rivoluzionata nel format ma non nello spirito.

37 anni, direttore marketing e comunicazione della Porro S.p.A (l’impresa di famiglia), dal 2019 membro del Cda della Fondazione Altagamma e con alle spalle già un mandato nel Direttivo di Assarredo. Una carta di identità notevole che l’accompagna alla nuova carica per al quale è stata eletta all’unanimità.

“Sono onorata di assumere questo ruolo in un momento cruciale di trasformazione e ringrazio chi mi ha sostenuto sperando di dimostrarmi all’altezza di una manifestazione che annovera una storia di grandi successi”. Sostenibilità, digitalizzazione, ricerca, innovazione, creatività e inclusione, senza tralasciare la massima qualità, sono le sfide prefissate verso le quale intende, insieme al Cda, accompagnare il Salone.

“La scelta di puntare su una presidente giovane e motivata è frutto di una strategia che mira a consolidare il ruolo guida a livello internazionale della manifestazione in un periodo di grandi cambiamenti – sottolinea Gianfranco Marinelli, presidente Federlegno Arredo Eventi – Maria Porro potrà contare sul supporto dell’intero Cda di Federlegno Arredo Eventi per proseguire con determinazione il percorso di rinnovamento e crescita del Salone del Mobile.Milano”.