La linea sottile del lusso

Con un’architettura e un landscape design firmati WATG, il Nobu Hotel a Los Cabos unisce l’approccio unico del brand al lifestyle, sostenuto dalle sue radici nel mondo culinario e le caratteristiche influenze giapponesi

Nobu Los Cabos, Cabo San Lucas, Mexico
Nobu Los Cabos, Cabo San Lucas, Mexico
DATA SHEET

Owner & Developer: Corporacion Inmobiliaria KTRC, SA de CV
Main Contractor: Hill International
Hotel operator: AIC Hotel Group
Interior design: StudioPCH
Lighting design: Isometrix Lighting Design
Landscape design: WATG
Furnishings: IMA Furniture, Garcia & Lopez, Grupo Solarix
Lighting: Mexlux
Bathrooms: American Standards
Curtains: Koni Hospitality
Photo credits: courtesy of WATG

Considerata la sua vantaggiosa vicinanza ai maggiori mercati della West Coast, come Los Angeles, Los Cabos (Messico) è stata a lungo un’attrazione per visitatori alla ricerca di riposo e relax, in un luogo dalla caratteristica bellezza naturale. La regione che custodisce le adiacenti città di Cabo San Lucas e San José del Cabo, così come altre piccole cittadine che costellano la punta più a sud della penisola di Baja California (o Bassa California) dove il mare di Cortés e l’oceano Pacifico si incontrano, è stata oggetto di un nuovo sviluppo che ha portato alla creazione di resort di alto livello e all’avanguardia dal punto di vista del design.

 

Nobu Hotel Los Cabos vanta un progetto architettonico e un landscape design firmati WATG, oltre a combinare l’approccio unico del brand al lifestyle, sostenuto dalle sue radici nel mondo culinario e dalle caratteristiche influenze giapponesi. “Nobu hotel regala agli ospiti un’esperienza di lusso, privata e serena stando immersi nella cultura di Cabo e avventurandosi in una altrettanto eccezionale esperienza culinaria”, sostiene Lance Walker, Vice Presidente, Landscape, WATG.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

La proprietà – che conta 200 stanze – abbraccia il panorama con volumi minimalisti, orizzontali, che incorniciano appropriatamente la vista del Pacifico. Dal momento che nuotare nell’oceano e accedere al lungomare è proibito – una norma comune alla maggior parte dei resort di Los Cabos a causa delle pericolose correnti oceaniche – il Nobu Hotel ha incorporato ben 18 piscine al fine di fornire la giusta varietà di svago, contatto con l’acqua ed esperienze di benessere che catturano l’atmosfera circostante. Bar a sfioro sull’acqua e sedute louge immerse in aree dedicate della piscina aggiungono quel tocco di varietà esperienziale che sfrutta appieno il clima costiero.

La presenza del legno, attentamente selezionato, lavorato e combinato attraverso tradizionali metodi giapponesi, si ritrova in molteplici contesti, dalle le vasche da bagno in teak ai graticci esterni. WATG ha inoltre selezionato un palette di pietre naturali, incluso il marmo nero e pietre calcaree, per integrare al lusso raffinato una sensazione di contatto con la terra. Legni e materiali naturali usati per gli arredi custom sono abilmente accostati alle linee contemporanee e ai volumi minimalisti della struttura dell’hotel. “Il progetto, interamente basato su un’idea di benessere, è stato ispirato dalle semplice linearità giapponese, da spazi open space di forte minimalismo per conferire un senso di lusso rilassato mentre si viene rapiti dalla vista dell’oceano Pacifico”, dichiara Monica Cuervo, Senior Vice President, Regional Director NA & SA, WATG.

Le amenities includono il food service, disponibile in molteplici sedi, fornito dai ristoranti Nobu, e un hub del popolare ristorante Malibu Farm, fondato proprio accanto a Nobu Malibu in California dalla chef Helene Henderson, oggi moltiplicatosi in altre location degli States così come in Giappone e in Messico. La Esencia SPA con i suoi 1.270mq e 13 sale per trattamenti è posizionata accanto alla piscina principale.  Il Nobu Hotel contiene poi ampi sale metting e spazi per eventi, oltre a un mini-club per bambini e famiglie.

 

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Il panorama è un tratto essenziale del progetto, con uno schema che usa pietre reperite localmente, piante e altri elementi dalla Bassa California, accanto a vari riferimenti ai giardini giapponesi e all’heritage del panorama nazionale. Una serie di grandi sculture intagliate che svettano come monolitiche sentinelle in un giardino zen di sabbia, segnalano l’entrata dell’hotel dal viale di accesso, mentre il progetto paesaggistico si sviluppa attraverso la proprietà per garantire costantemente sereni momenti di relax.