Un mondo di Gallerie a Design Miami/

Alla kermesse della Florida, protagoniste la Natura, l'artigianalità e la responsabilità ambientale. Il tutto coordinato da Aric Chen

Bubble armchair and Coral Light sculpture by Léa Mestres and William Coggin (2019), courtesy of Gallery SCENE OUVERTE
Bubble armchair and Coral Light sculpture by Léa Mestres and William Coggin (2019), courtesy of Gallery SCENE OUVERTE

La kermesse Design Miami/ – curata da Aric Chen – si focalizza in questa edizione sul tema “Water”. Nel cuore di South Beach sono numerose le Gallerie selezionate provenienti da ogni parte del mondo.

Friedman Benda in collaborazione con Daniel Arsham svela la sua installazione immersiva in una ambiance domestica d’ispirazione giapponese. Functional Art Gallery reinterpreta la Abstract Gallery di Peggy Guggenheim, rivoluzionaria galleria nata nel 1942, mentre Converso e l’interior decorator Billy Cotton creano uno stand ispirato alle opere di Osvaldo Borsani. Il design brasiliano è celebrato da Mercado Moderno attraverso le opere del suo creatore, il portoghese Joaquim Tenreiro, illuminate da una limited edition firmata Tom Fecht, in una fusione armonica di natura, tecnologia, musica, video e luce.

Se R & Company dedica una parte del suo spazio a una mostra personale di Jeff Zimmerman realizzata in collaborazione con James Mongrain, altre Gallerie rendono invece omaggio alle icone femminili del design nella metà del Novecenteo con i disegni di Charlotte Perriand. Galerie Patrick Seguin ad esempio espone un cabinet della designer realizzato per il Cite Cansado in Mauritania, mentre Magen H Gallery presenta le sue opere ispirate ai numerosi viaggi in Giappone. Protagoniste di Erastudio Apartment-Gallery sono tre donne che hanno lasciato un’importante impronta nel design e nell’arte italiana tra gli anni Sessanta e Ottanta: Dadamaino, Shama e Nanda Vigo.

Nell’ambito delle Collaborazioni Creative, la Maison Perrier-Jouët ha invitato il designer Andrea Mancuso di Analogia Project a farsi interprete del grande patrimonio del brand legato all’Art Nouveau con un’innovativa e inedita esperienza di champagne. Prende vita Metamorphosis, un’inaspettata collezione di sei bicchieri che esplora le trasformazioni della natura, da uva a champagne, in una perfetta sintesi tra artigianato e new technology. Creazioni infuse di storie ed emozioni, perché ogni vino diviene catalizzatore di ricordi come descrive il Maitre della Maison Hervé Deschamps. Storie interpretate da Mancuso con disegni e colori trasformati a loro volta in poetiche sculture in cristallo dalla Fondazione Berengo di Murano.

Sono una rievocazione dei decori esterni del Palazzo della Civiltà Italiana, noto come il Colosseo Quadrato di Roma, headquarters della Maison Fendi, le opere create dal duo di artisti svizzeri Lovis Caputo e Sarah Kueng scelti dal fashion brand per una speciale collaborazione nell’ambito della kermesse Design Miami/ 2019. Dal nome evocativo Roman Molds, la serie di pezzi disegnata dagli artisti riesce a coniugare l’artigianato tradizionale alle tecnologie contemporanee, seguendo la filosofia che da sempre porta avanti Silvia Venturini Fendi, con un approccio sperimentale nell’utilizzo e nella combinazione dei materiali. Il risultato è un manufatto che sorprende per estetica e reinvenzione dell’heritage conciario Fendi, a cui si aggiunge anche un’inaspettata interpretazione dell’intramontabile Peekaboo bag.

E se nella kermesse Design Miami/ USM Modular Furniture celebra il lancio nordamericano di On Display, linea di mobili illuminati Heller E, con una particolare installazione in collaborazione con De Vera per illuminare la collezione di vetri antichi veneziani, figure risalenti al XVIII sec. di Federico De Vera e creazioni uniche di gioielli, Swarovski con Water esplora l’uso sostenibile dell’acqua, mantenendo quel suo impegno iniziato nel 2000 con la Swarovski Waterschool.
La natura torna protagonista nella collaborazione tra Evian e Virgil Abloh con One Drop Can Make a Rainbow, serie in edizione limitata di oggetti da collezione che raccontano i modi di idratarsi sostenibile: disegni ispirati a una delle magie della natura, l’arcobaleno. “L’idea che una goccia d’acqua possa creare un arcobaleno – spiega Abloh – è stata l’ispirazione e la metafora per guidare il mio primo progetto come consulente creativo di Evian per il Sustainable Innovation Design.”

Valori legati alla sostenibilità su cui punta i riflettori il social network Instagram @Design con #designforall, attraverso la selezione di creativi capaci di interpretare la filosofia del social network. Tra valori di inclusione, accessibilità e sostenibilità. Una vision sviluppata a Design Miami/ dallo studio Swine in cui quattro designer – ALLELES Design Studio, Yona Care, Kano in collaborazione con Map Project Office e Deva Pardue – sono esposti come protagonisti di #designforall.