Italia-Cina: la crescita passa per il Real Estate

FederlegnoArrredo Eventi organizza il Real Estate Design Forum a Shenzhen, una due-giorni dedicata al settore con i top player del mercato. L’obiettivo? Creare un network tra aziende italiane e developer cinesi

International Art Design Center (iADC), Shenzhen

Forum, masterclasses, seminari, tavole rotonde, incontri one-to-one… Un circuito di incontri e approfondimenti finalizzato a un solo scopo: generare relazioni. Questo il terreno da cui prende vita il Real Estate Design Forum organizzato da FederlegnoArredo Eventi, in programma a Shenzhen il 13 e 14 Giugno.
Configurandosi come il primo evento italiano totalmente dedicato al settore real estate in Cina, la due-giorni riunisce i maggiori attori del comparto dei due Paesi: architetti, interior designer, developer, aziende real estate, industry leader della Cina, da una parte; le realtà produttrici italiane, dall’altra.

Se generare opportunità di business resta il focus dell’evento, non meno importante è l’occasione di dibattito culturale, di ispirazione, di formazione che ne deriva.
Il Forum – curato dal Prof. Li Xiangning, che è stato curatore del Padiglione cinese della Biennale d’Architettura 2018 – è infatti strutturato in momenti di dialogo e confronto su tematiche legate ai trend emergenti e allo sviluppo del settore real estate in Cina, tra cui quattro conferenze: una di apertura, una di chiusura, e due masterclasses con rinomati studi locali quali Crossboundaries, Naturalbuild, Interval Architects, Lacime Architects e Urbanus, oltre a speaker internazionali di primo piano come Aldo Cibic.
Fanno seguito momenti di incontri one-to-one tra le aziende italiane e un gruppo selezionato di 80 player del settore, volti a favorire la nascita di collaborazioni tra i colossi cinesi e le realtà manifatturiere italiane.

Una sinergia, questa, in atto da tempo, ma che può elargire ancora enormi potenzialità. Si pensi che dal 2012 l’export italiano verso la Cina è triplicato (+207%) e nell’ultimo anno è cresciuto del +4,6%; la Cina è il primo Paese da cui l’Italia importa e allo stesso tempo il settimo mercato di destinazione dell’export Made in Italy per il macrosistema arredamento e illuminazione (fonte: Centro Studi FederlegnoArredo)

“Il design italiano può infatti fornire non solo un efficace strumento di differenziazione nell’ambito di un mercato sempre più competitivo, ma anche, e soprattutto, una fonte di ispirazione per progettare nuovi modelli abitativi per la Cina dei prossimi anni – comunica FederlegnoArredo – Parallelamente, cresce dunque per le aziende italiane la necessità di conoscere e approfondire le dinamiche del settore contract in Cina, al fine di intercettarne l’enorme potenzialità di sviluppo”.

Palcoscenico per questi attori d’eccellenza sarà l’International Art Design Center (iADC) e il Design Museum annesso, inaugurato lo scorso Novembre. Parte di una innovativa area urbana di oltre 1,5 milioni di mq promossa dal gruppo di investimento cinese ManJingHua, lo shopping mall ospita al suo interno oltre 60 showroom monomarca di brand italiani, grazie a un accordo di collaborazione siglato da FederlegnoArredo Eventi.