Decorex: la mecca per l’handmade e l’interior design

Dimostrazioni live, artigianato di lusso, tessile e arredi unici e preziosi. Fino al 19 settembre al Syon Park

Champagne Bar by Shalini Misra at Decorex 2018. Photo credit Andrew Meredith

Fino al 19 settembre Decorex International a Syon Park è la mecca per gli appassionati di interior design. Più di 400 espositori presentano inedite soluzioni per arredare casa e personalizzarla con dettagli raffinati e unici, dalle luci al tessile, dai mobili all’illuminazione.

Decorex 2018,Natalia Miyar, Simone Suss and Henry Prideaux at the Seminar Programme

Sotto i riflettori, accanto ai nomi affermati, anche brand emergenti da tenere d’occhio nei prossimi anni. L’ingresso del polo espositivo introduce il tema di questa edizione: Black Canvas, curato dagli studi Maddux Creative, Studio Suss, Brian Woulfe and Henry Prideaux. I designer disegnano su tele bianche le loro fonti di ispirazione e raccontano le loro carriere, attraverso veri e propri fumetti e vignette. Quest’anno la kermesse celebra l’artigianato di lusso e le arti applicate nella sezione Future Heritage, curata dalla critica Corinne Julius: in mostra i migliori makers e designer abili nell’handmade e nei capolavori sartoriali come Tord Boontje, Jochen Holz, Marcin Rusak e Studio Glithero. Tra gli highlights, The bar realizzato dallo studio di interior Lambart&Browne, un bar in stile coloniale concepito sul mood del bon viveur francese, realizzato come una tenda su una piattaforma rialzata, con tessuti che offrono la giusta privacy.

“Abbiamo progettato il bar in uno stile britannico contemporaneo, eclettico e classico”, racconta Freddy van Zevenbergen, cofondatore dello studio. “Con questo design invitiamo i visitatori a prendersi una pausa per riflettere su ciò che hanno visto a Decorex rilassandosi in un ambiente confortevole e raffinato”.

Decorex 2018, Pipét Design CraftWork Stand

All’interno del bar i visitatori godono di uno spazio impreziosito da pannelli decorativi, mobili raffinati, punti luminosi scenografici. Altra novità 2018, CraftWork, una piattaforma per le nuove generazioni di designer che si esibiscono a cavallo tra le varie discipline, uno spazio per mettere in mostra le loro tecniche uniche, un’importante vetrina per i giovani che in questo modo possono farsi conoscere da potenziali produttori. E, per scoprire il dietro le quinte del design, In the making: i brand mostrano al pubblico i processi creativi e i know how secolari alla base dei loro capolavori. Per esempio Lincrusta, storico brand londinese di carte da parati, svela il processo secolare che sta dietro la goffratura dei pannelli a parete e invita i visitatori a decorare il proprio pannello in una competizione avvincente. Pigmentti, invece, dimostrerà la tecnica del bassorilievo e della foglia d’oro, utilizzando l’antico materiale del Marmorino declinato nell’interior contemporaneo.

Decorex 2018_Future Heritage, Silverware vases by Glithero at Future Heritage