Nuovi scenari per Gallotti&Radice

Cambia scenografia lo showroom del brand a Milano per mettere in scena le novità 2021

Gallotti&Radice showroom, Milan
Gallotti&Radice showroom, Milan

C’è il tavolo Shiro di Oscar e Gabriele Buratti e la sedia Livrette di Federica Biasi; c’è poi il divano Elissa Sectional di Dainelli Studio, ma anche le lampade Spectrum di Studiopepe. È un nuovo universo arredativo quello che si è venuto a creare all’interno dello showroom Gallotti&Radice a Milano, in partnership con Salvioni Design Solutions; una perfetta rappresentazione della visione che accompagna le nuove creazioni dell’azienda: “la bellezza come virtù fuori dal tempo”.

Gallotti&Radice showroom, Milan

Gallotti&Radice showroom, MilanNovità esclusive e ampliamenti di gamma interpretano quindi una ricerca in grado di superare tendenze e quotidianità, in nome di una trasversalità cronologica e progettuale. Materiali e sfumature cromatiche vengono in aiuto: il vetro modulato in una vasta gamma di finiture, l’accostamento con altri materiali pregiati come il marmo, l’ebano, i velluti. Il risultato estetico appare come un tributo al mondo femminile e alla sfera naturale.

Gallotti&Radice showroom, Milan

Prendiamo l’area living nel cuore dello spazio espositivo: l’ampia modularità del divano Elissa Sectional (nato dallo sviluppo del divano Elissa di cui mantiene schemi costruttivi ed estetici) si apre come un abbraccio ad accogliere le poltroncine Lilas (anch’esse a firma Dainelli Studio) rigorose nelle linee, ma generose nell’imbottitura, proposte in un rosa delicato; le rotondità dei tavolini Clemo (in Grè spazzolato) e Monete (in metallo brunito), entrambi ideati da Massimo Castagna; il tutto disposto sulla morbidezza del velluto del tappeto Resia.

Non meno accogliente, delicata, la zona dining, dove l’ampia convivialità espressa dal tavolo da pranzo Shiro (con piano intarsiato in legno nella finitura “Ebano Capri”) è perfettamente sostenuta dalle poltroncine Akiko (nuovamente ideate dal duo Buratti), reintrepretazione della classica poltroncina con scocca imbottita.

Photo © Matteo Imbriani