Il nuovo “Umanesimo” di DesignMiami/

DesignMiami/ riaccende i riflettori con una fitta programmazione di esposizioni, allestimenti, talks e special event che dall'1 al 5 Dicembre 2021 trasformano la città in una corte eclettica. Tra le novità, l'app ufficiale della kermesse, per diventare collezionisti con un click

Miami Design District: Tommorrow Land by Studio Proba & Enjoy the Weather @ DesignMiami/ 2021. Image courtesy of Miami Design District, Studio Proba & Enjoy the Weather
Miami Design District: Tommorrow Land by Studio Proba & Enjoy the Weather @ DesignMiami/ 2021. Image courtesy of Miami Design District, Studio Proba & Enjoy the Weather

L’arte e il design trasformano Miami in una destinazione creativa, tra eventi e installazioni che incantano South Beach, la street art di Wynwood e la raffinatezza del Design District.
Opening suggestivi come la mostra Dior Medallion Chair in scena da Superblue – spazio immersivo in cui ammirare Yinka Ilori e la sua opera “If You Can Dream Then Anything is Possible” – il tributo di Louis Vuitton al genio di Virgil Abloh, l’imponente Art Basel e DesignMiami/ inaugurano la settimana più attesa. Nel segno della sostenibilità, al museo Wolfsonian-FIU, l’esposizione “SustainabItaly – People, Planet, Prosperity” – curata da Luisa Bocchietto e organizzata dal Consolato Generale d’Italia – svela oggetti e accessori Made in Italy realizzati nel rispetto dell’ambiente.

Dior Medallion Chair
Dior Medallion Chair

17esima edizione: nel segno dello Human Kind, Design Miami/ si apre a un “Umanesimo contemporaneo” esplorato dalla nuova curatrice Wava Carpenter e dalla sua concezione del progetto come sfida per il futuro: «Il design ha sempre mirato a creare un “domani” migliore, ma negli ultimi anni – poiché le sfide globali da affrontare si sono avvicinate a proporzioni esistenziali – il futuro che i designer immaginano richiede sempre più un riorientamento. Invitando tutti noi a diventare i migliori amministratori della natura». Un tema urgente su cui la design fair si interroga: protagoniste, le visioni di un mondo più equo e interconnesso messo in scena da chi opera nel design thinking.

«Questa edizione – spiega Jennifer Roberts, CEO di Design Miami/ – offre molteplici motivi per festeggiare: dal ritorno nella nostra casa di Pride Park al tema Human Kind che esamina come il design può giocare un ruolo fondamentale nel plasmare un mondo migliore. Mentre continuiamo a veder crescere il mercato del collectible, sia negli spazi fisici sia digitali, siamo lieti di accogliere nuovi membri nella nostra famiglia di Design Miami/ tra gallerie, Curios e Partners che stanno portando preziosi contributi».

Una kermesse in cui 35 gallerie di fama internazionale raccontano la cultura del design, in uno squisito dialogo tra storia e contemporaneità, tra i pezzi iconici di Verner Panton, Charlotte Perriand, George Nakashima, Harry Bertoia e le nuove visioni di Studio Job, Daniel Arsham, Haas Brothers, solo per citarne alcuni.

R&Company & StudioJob
R&Company & StudioJob
Salon94 & Gloria Kisch
Salon94 & Gloria Kisch

Il 20th Century è in scena da Moderne Gallery in cui spicca la seduta Karuizawa progettata da Nakashima nel 1935. E se Friedman Benda svela le opere dell’artista e direttore creativo Samuel Ross celebrando la sua partnership con l’acclamato designer britannico in uno stand trasformato in ambience industriale, R&Company mette in luce il lavoro di talenti emergenti, il cui approccio concettuale sta plasmando il futuro.
Designer come Serban Ionescu, Joyce Lin, Sayar & Garibeh, Norman Teague sono affiancati al capolavoro del 1962 di Wendell Castle, alla serie Impact by Studio Job e alle nuove opere di Rogan Gregory.
Da Wexler Gallery, lo studio multidisciplinare FEYZ espone Sunset Drive, opera di lighting ispirata alla storia e alla cultura di Istanbul, città natale della fondatrice Feyza Kemahlioglu, mentre Salon 94 Design le imponenti sculture floreali dell’artista scomparsa nel 2014, Gloria Kisch. In un’atmosfera scandita da pezzi unici e rari, le gallerie presenti a DesignMiami/ provengono da ogni parte del mondo: AGO Projects da Mexico City; Ateliers Courbet, Carpenter’s Workshop Gallery, Todd Merrill Studio da New York; CONVERSO e Volume Gallery da Chicago; John Keith Russell da South Salem, SIDE Gallery da Barcelona, The Future Perfect da San Francisco…

Tom Dixon
Tom Dixon

Autentiche oasi del collectible, ideate da 19 espositori, si svelano in Curio: da Tom Dixon con la nuova linea di mobili su misura Mass e la sedia limited edition Hydro a House of Today con la mostra “New Nature” di Khaled El-Mays, volumi che si intrecciano prima di trasformarsi in forme solide. Con una collaborazione con i designer Amrish Patel, Darshan Soni, Gordana Zgonjanin, Apical Reform & ZEEL Studio debuttano con Emotional Rocks mirata a catturare l’essenza del tempo attraverso “panche” cinetiche emozionali, mentre Twenty First Gallery presenta Flora Contemporaria di Marcin Ruask, reinterpretazione degli iconici lavori di Josef Frank.

New Nature @ DesignMiami/ Curio 2021
New Nature @ DesignMiami/ Curio 2021

Spiccano tra i Partners della fiera nomi come Fendi con la collezione nata in collaborazione con Peter Mabeo e prodotta in Botswana; Lexus con ON/ by Germane Barnes, ispirato a LF-Z Electrified; KOHLER con Stone Flow di Daniel Arsham in cui è enfatizzata la sintesi tra artigianato e innovazione con 99 lavabi stampati in 3D; The Journey of Birch di BCXSY by Grand Seiko installazione che celebra il legame del brand con la natura; Panerai con uno stand realizzato con materiali naturali e riciclati; USM Modular Furniture e il concorso di design “HUE+MAN: Culture Sculpture” in collaborazione con Kevin Jones di Joba Studio; SCAD e la sua celebrazione corale dell’arte contemporanea e della design innovation; Maison Perrier-Jouët e la sua Embodied Nature, art installation realizzata da mischer’traxler studio.

Emotional Rocks by Apical Reform Studio & Zeel Studio @ Design Miami/ Curio 2021. Ph © Courtesy of Apical Reform Studio
Emotional Rocks by Apical Reform Studio & Zeel Studio @ Design Miami/ Curio 2021. Ph © Courtesy of Apical Reform Studio

Infine, Miami Design District con l’installazione Tomorrow Land realizzata da Studio Proba x Enjoy The Weather – vincitori della 2021 Annual Commission: totem cromatici che trasformano lo spazio in un parco giochi interattivo da “animare” con un’app dedicata. In un legame univoco tra reale e virtuale, è possibile seguire anche in streamingi i Design Talks, mentre la nuova app Design Miami/Mobile fa vivere la kermesse in modo inaspettato, tra virtual tour 3D e il click-to-buy… per acquistare le opere direttamente dallo show.
Un’innovazione che porta DesignMiami/ in una nuova era, diventando la prima fiera ad accettare criptovaluta tramite Coinbase. In una collectible experience che ha il sapore dell’avanguardia.

The Bedroom by Harry Nuriev. Ph. © Courtesy of Crosby Studios
The Bedroom by Harry Nuriev. Ph. © Courtesy of Crosby Studios

DesignMiami/
1-5 Dicembre 2021
Pride Park – Miami Beach Convention Center
1901 Convention Center Dr
Miami Beach
www.shop.designmiami.com
www.miamidesigndistrict.net