L’architettura prende vita

Edifici che risplendono nel buio, volumi che si formano grazie alla luce. Le soluzioni delle aziende di illuminazione concorrono in tecnologia e customizzazione

Linea Light Group, Aeroporto Internazionale di Atene
Linea Light Group, Aeroporto Internazionale di Atene

Illuminare significa rendere visibile. Quando tale principio è applicato dall’illuminazione architetturale, gli edifici emergono in un’altra veste, scolpiti nei volumi, definiti nelle forme, amplificati nella loro scenografica emozionalità, in una nuova relazione armonica con il paesaggio in cui sono inseriti. L’architettura quindi prende vita rivelando una nuova identità. Vale per l’interior design, ancor più per monumenti, facciate, parchi.

Linea Light Group, Aeroporto Internazionale di Atene
Linea Light Group, Aeroporto Internazionale di Atene

Un esempio autorevole è la scultura di luce firmata Linea Light Group ed Eleftheria Deko and Associates, ossia il progetto di façade lighting per l’Aeroporto Internazionale di Atene. Il visionario rivestimento di luce firmato a quattro mani dalla company trevigiana con il pluripremiato studio di lighting design ellenico mira a dare un nuovo volto alla struttura in occasione della riqualificazione dell’aeroporto definita dagli studi Alexandros N. Tombazis and Associates e AVW Architecture. Per enfatizzare la facciata principale, Linea Light Group ha riprogettato appositamente una versione custom del profilo lineare Paseo, creando un modello di dimensioni “extralarge”, incassabile direttamente sui frangisole della struttura. Ne deriva uno spettacolo visivo che inframezza eleganti linee bianche a scenografie colorate, tra effetti statici o dinamici in grado di sfumare, accendendosi e spegnendosi.

L&L Luce&Light, Ex Chiesa San Giovannello, Marsala
L&L Luce&Light, Ex Chiesa San Giovannello, Marsala

L’intervento di L&L Luce&Light ha riportato al suo fascino en plein air originario la ex Chiesa di San Giovannello a Marsala, in Sicilia, risalente al XIV sec e più volte oggetto di restauro nel corso dei secoli, oggi ultimato grazie agli architetti Giovanni e Domenico Nuzzo. Gli apparecchi L&L Luce&Light mettono in evidenza virtù e debolezze – i segni della guerra e del tempo – che attraversano questo edificio storico: nella zona absidale una lunga feritoia verticale è resa drammatica dalla luce dell’incasso Bright 1.0 che sottolinea lo spessore interno; i profili lineari e minimali di Neva con ottica ellittica illuminano il manto murario esterno mettendo in evidenza i resti dell’intonaco eterogeneo, mentre gli stessi profili con ottica stretta 11° danno risalto alle paraste parzialmente ricostruite, esaltando cornici e archi; la scelta dei proiettori per esterni Kleo in corten montati su pali rafforza l’idea di una nuova veste urbana conferita all’intera architettura.

Francesconi Architectural Light, Accademia Diplomatica Abu Dhabi
Francesconi Architectural Light, Accademia Diplomatica, Abu Dhabi

Il medesimo principio muove il progetto di illuminazione esterna dell’Accademia Diplomatica di Abu Dhabi ad opera di Francesconi Architectural Light. Attorno alla parte perimetrale del tetto una versione custom di Line proiettore di 1200mm IP66 con LED monocromatici è stato installata attraverso l’uso di un particolare sistema di aggancio alla struttura metallica a sbalzo e un flap di orientamento millimetrico del fascio luminoso; e data l’imponente altezza delle facciate, schede a LED di ultima generazione ad alta efficienza energetica sono state realizzate ad hoc, consentendo di arrivare a ben 10.000 lumen di output. Infine, per illuminare l’ingresso, è stata studiata una versione custom di Line incasso a pavimento.