Not your ordinary office

Scardina il concetto classico del luogo di lavoro per forma e funzione, Fosbury & Sons Prinsengracht, società di co-working che, per la sede di Amsterdam, sceglie un ex ospedale, ora edificio patrimonio nazionale. Recupero architettonico di Roberto Meyer/MVSA Architects, progetto d’interni di Going East

Fosbury & Sons, Amsterdam
Fosbury & Sons, Amsterdam
DATA SHEET

Owner & Developers: Millten and Million Monkeys
Main operator: Fosbury & Sons
Architecture: Roberto Meyer/MVSA Architects
Interior design: Going East
Furnishings: custom design and vintage pieces
Art works: Grimm Gallery, The Ravestijn Gallery
Photo credits: Francisco Noguiera

Fosbury & Sons, Amsterdam

I fondatori di Fosbury & Sons, compagnia di co-working belga, erano ben lontani dall’idea di scegliere un ex nosocomio durante la ricerca del giusto sito per la prima sede fuori dal territorio nazionale. Ad Amsterdam, non è la prima volta che accade di convertire vecchi ospedali in strutture ricettive, operazione che sortisce risultati sempre interessanti e fuori dal comune. Non fa eccezione la nuova sede olandese di Fosbury & Sons Prinsengracht, in precedenza Prinsengrachtziekenhuis (Prinsengracht Hospital), edificio monumentale del XIX secolo in attività sino al 2004. Già dal 1994 aveva assunto funzione solo di ambulatorio, con l’eliminazione dei letti due anni dopo, e, acquistato in seguito alla cessazione definitiva delle attività dalla società di real estate Millten and Million Monkeys, ha subìto un accurato restauro conservativo durato ben 5 anni, grazie alla collaborazione dell’architetto Roberto Meyer di MVSA Architects.

Fosbury & Sons, Amsterdam

Un rispetto reverenziale dovuto, per questo edificio storico situato lungo il canale, eletto monumento nazionale, che ora nei suoi 6.000 metri quadrati mette a disposizione uffici, postazioni lavoro, meeting room, spazi per eventi, tutto interamente arredato. Il duo Going East lo ha tenuto ben presente nella progettazione degli interni, partendo proprio dal voler restituire grandezza e levatura all’intero complesso. “Abbiamo deciso di reinstallare i pavimenti in parquet nelle suite, proprio come avevamo visto nelle vecchie fotografie”, racconta Anaïs Torfs, di Going East. “Abbiamo scelto di ricreare un’autentica atmosfera da ‘palazzo italiano’ accanto ai canali, sottolineare gli splendidi archi esistenti e restaurare alcuni dei soffitti fatiscenti”. Il risultato è quello di ambienti in cui i contrasti sono al centro della scena – vecchio vs. nuovo, classico vs. moderno – abbinati a dettagli curati nei minimi particolari come l’utilizzo di marmo colorato, tessuti pregiati in lana e arredo vintage. 

Fosbury & Sons, Amsterdam
Fosbury & Sons, Amsterdam
Fosbury & Sons, Amsterdam
previous arrow
next arrow
Slider
Fosbury & Sons, Amsterdam

Accanto al design, l’arte ha un peso decisivo negli interni. In collaborazione con le gallerie Grimm e The Ravestijn, gli spazi comuni sono ‘arredati’ da pezzi d’arte moderna e lavori fotografici (Nick van Woert, Koen Hauser), insieme a una serie di opere realizzate appositamente dall’artista Sarah Yu Zeebroek.

Il ruolo del design di interni, creato da Going East, è stato fondamentale per esprimere il concetto che sta alla base della filosofia Fosbury & Sons. Offrire servizi e atmosfera molto simili a quelli di un hotel, essere l’alter ego di ambienti di lavoro noiosi e monotoni, creare un clima piacevole e contemporaneamente di piena autonomia, flessibilità, connessione con altre realtà imprenditoriali e una necessaria dose di spensieratezza.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Ciascun membro – c’è posto per 250 tra aziende e imprenditori – ha un tale livello di comfort lavorativo da potersi sentire come a casa propria, libero di condividere gli spazi con la propria famiglia o amici o godere con loro del piacevole Café, posizionato in un idilliaco giardino interno. Vita privata e lavorativa sono interconnessi senza alcun problema, per un ufficio non ordinario: “Not your ordinary office” è il motto di Stijn Geeraets, Maarten Van Gool e Serge Hannecart, creatori di Fosbury & Sons.