London design festival 2018

Dal 15 al 23 settembre ritorna la settimana londinese più attesa per l'arredamento e la progettualità. Tra le anticipazioni, quattro nuovi Design Districts e le mostre al Victoria and Albert museum

MultiplyBy Waugh Thistleton Architects supported By The American Hardwood Export Council and Arup

Inizia il countdown per il London Design Festival, l’evento più importante per il mondo del progetto e dell’arredamento, che catalizza a Londra ogni anno migliaia di appassionati (nel 2017 ben 450 mila visitatori da oltre 75 Paesi). Il festival, giunto alla 16esima edizione, è in programma dal 15 al 23 settembre, con tante novità da non perdere. Ritornano gli eventi di punta: 100% Design, Decorex International, designjunction, Focus/18 e London Design Fair, hub dove trovare la migliore selezione di espositori affermati e talenti promettenti.
A ciò si aggiungono dieci Design Districts, quattro in più rispetto allo scorso anno: cioè Fitzrovia Design District, Marylebone Design District, Regent Street and St James’s Design District e West Kensington Design District, che si sommano ai distretti storici come Bankside Design District, Brompton Design District, Clerkenwell Design Quarter, Mayfair Design District, Pimlico Road Design District e Shoreditch Design Triangle.
In più, altra novità, Paddington Central Design Route diventa una nuova Design Route insieme a Brixton Design Trail.

Tantissimi i progetti che animeranno la città e inviteranno le persone a giocare, sperimentare e divertirsi: in primo piano, i dieci anni di collaborazione tra il festival e il Victoria and Albert museum, che verranno festeggiati con nove giorni di installazioni, talk, tour e workshop. “Il programma di quest’anno è più grande e ambizioso che mai”, racconta Tristram Hunt, direttore del V&A, “e rappresenta un’opportunità unica per i principali designer di confrontarsi con le collezioni di arte, design e performance internazionali del nostro museo. Il London Design Festival conferma la centralità di Londra come capitale del design a livello mondiale”.

Memory & Light ciao Arvo Part e Arup in V & A

Tra le installazioni da segnare nella mappa, c’è MultiPly, di Waugh Thistleton Architects con American Hardwood Export Council e ARUP. Una struttura modulare, labirintica e interattiva, la prima ad essere presentata nel The Sackler Courtyard presso il V&A, che incoraggerà i visitatori a ripensare il modo in cui le case e le città sono progettate e costruite. Una costruzione tridimensionale, ottenuta grazie a un sistema di pannelli riutilizzabili, montabili e smontabili, realizzati con 60 metri cubi di Tulipwood americano.
Infine, tra i designer già annunciati, Michael Anastassiades che con The London Fountain Company presenterà A fountain for London, un prototipo per una nuova fontana di acqua potabile, da vedere sia nel Brompton Design District che al V&A. Un progetto virtuoso per ridurre il consumo di bottigliette d’acqua e promuovere la fruizione dell’acqua potabile gratuita, con un risparmio di soldi e di plastica.

Una fontana per Londra Di Michael Anastassiades sostenuta da The London Fountain Company
Dazzle By Studio Frith supportato da Bloomberg Philanthropies