Sedute in metallo: il tondino che fa la tendenza

Pedrali detta tendenza, ma sono molte le aziende che hanno optato per forme ed elementi che "tornano" dal passato: grazie all'utilizzo di materiali innovativi danno vita a prodotti molto più che contemporanei

Nolita by Pedrali, Design CPM Design
Nolita by Pedrali, Design CPM Design

È il caso delle sedute outdoor in tondino metallico: già a partire dagli anni Venti del secolo scorso e fino a tutti gli anni Sessanta, legno e ferro sono stati i materiali più utilizzati dai designer. E l’acciaio, che dalla fine dell’Ottocento è uno dei materiali più usati in architettura, lo diventa più tardi anche dell’arredamento.

Non stupisce, quindi, che uno dei primi esempi di sedia realizzata con tondini in acciaio risalga al 1952: la Bertoia Side Chair, opera di Harry Bertoia e prodotta da Knoll International, è una seduta composta quasi interamente da una trama di barre in acciaio.

Oggi quell’idea viene riproposta da moltissimi brand. Da Pedrali, già nel 2015 con la collezione Nolita, divenuta ben presto un best seller, alle novità 2021 lanciate anche da Kartell, con la prima linea outdoor.

Il merito va al materiale stesso, ideale per il mondo del progetto per performance e resistenza – quante volte ci si è imbattuti nelle iconiche Nolita fra i dehor di un ristorante e le lounge en plein air di un hotel – quanto nel residenziale grazie alla sua leggerezza e adattabilità ai più differenti stili (outdoor e non solo).

Abbiamo selezionato alcune proposte per voi, fra nomi italiani e internazionali.

Nolita by Pedrali, Design CPM Design

Nolita by CPM Design per Pedrali
La trasparenza come presenza, ma senza protagonismo: la seduta c’è, ma non invade lo spazio circostante. È la rivoluzione attuata già nel 2015 dall’azienda di Mornico al Serio (Bergamo) Pedrali, che nel 2015 ha presentato Nolita, l’innovativa sedia “trasparente” ideata da CMP Design. L’obiettivo? Arredare senza ostacolare.
Realizzata interamente in acciaio, Nolita concretizza i concetti di trasparenza e leggerezza sia da un punto di vista ottico e visivo, sia per facilitarne il movimento e la gestione. Ideale per un dehor cittadino in cui consumare un brunch o un aperitivo all’aria aperta, per una terrazza o giardino privato. “Quando presenti in quantità notevole, questi arredi potrebbero rischiare di essere una presenza eccessivamente impattante, a discapito del contesto”, le parole di uno dei designer Simone Mandelli. Per ovviare a questo rischio, lo studio ha così immaginato un prodotto caratterizzato da forme semplici e iconiche, dove la struttura in tubo d’acciaio dona “ritmo visivo e proporzioni gentili”.

Apero by EMU, Design Martin Drechsel

Apero by Martin Drechsel per EMU
Il design tipico della seduta in legno tedesca viene reinterpretato in chiave contemporanea. Come? Grazie al know-how di EMU nella lavorazione del metallo, il sedile e lo schienale in tondino metallico offrono leggerezza visiva, in un continuo e sinuoso gioco di luce tra linee orizzontali e verticali che proietta un curioso motivo a quadri sulle superfici. Il suo aspetto minimale e grafico le permette di adattarsi con discrezione a ogni tipo di ambiente e stile. La collezione si compone di sedia, poltroncina e sgabello, a cui può essere aggiunto un cuscino con seduta antiscivolo. Sedia e poltroncina sono impilabili fino a 6 pezzi, lo sgabello fino a 2.

HiRay by Kartell, Design Ludovica+Roberto Palomba

HiRay by Ludovica+Roberto Palomba per Kartell
Anche Kartell esplora per la prima volta il metallo per le sue sedute, in un’ottica di ampliamento dell’offerta e impiego di nuovi materiali, in corso già dallo scorso anno ma reso ancora più evidente in questo 2021. Di questa piccola grande rivoluzione fanno parte le sedute HiRay per l’outdoor realizzate da Ludovica+Roberto Palomba, il cui protagonista è appunto il metallo. Il nuovissimo sistema per l’outdoor è composto da sei pezzi: sedia, sedia con braccioli, tavolino bistrot, poltrona, divano e side table declinati in vari colori: nero, mattone, verde e beige. I cuscini sono realizzati in materiale riciclato da bottigliette e pet. La lavorazione riprende la tecnica del filo saldato, per creare una collezione outdoor essenziale e funzionale: congiungendosi tra di loro, i fili di metallo irrigidiscono e costruiscono la struttura, che, con le sue forme sinuose, organiche e trasparenti, dà vita ad un disegno quasi tridimensionale.

Koki Wire by Desalto, Design Pocci + Dondoli

Koki Wire by Pocci + Dondoli per Desalto
Linee leggere e naturali si “muovono” nello spazio delineando la silhouette della collezione Koki Wire, evoluzione della precedente Koki: un’ampia famiglia composta da sedia, sgabelli e divanetto, progettata per l’outdoor ma perfetta anche per l’interno. Il trafilato di acciaio crea un corpo etereo dalla geometria solida e dal segno grafico deciso e sinuoso. Disponibile anche con sedile imbottito o in poliuretano integrale adatto per uso esterno.

Randa by Arrmet, Design LucidiPevere

Randa by LucidiPevere per Arrmet
Punto di contatto tra il mondo del design e il settore nautico, la collezione di sedute Randa del 2008 è un best-seller di Arrmet. (Ri)disegnata oggi dal duo LucidiPevere, è composta da sedia, poltroncina, poltrona lounge e sgabello in due altezze, la collezione vanta un aspetto estivo e leggero, perfetto per i contesti outdoor: l’anima delle sedie è in acciaio verniciato mentre la seduta è realizzata usando corda nautica, un materiale in poliestere che conferisce a Randa un’ottima resistenza a umidità, salsedine e raggi del sole. La vera novità, tuttavia, è la versione nuda: senza l’intreccio in corda nautica, l’acciaio diventa protagonista di una seduta essenziale ed elegante, resa confortevole dai cuscini.

Bolonia by iSiMAR

Bolonia by iSiMAR
Sedia impilabile realizzata in filo d’acciaio zincato, Bolonia è adatta per contesti esterni, interni e su misura (contract). La seduta appartiene a una più ampia collezione che comprende anche divanetti e tavolini, e che s’ispira a Bolonia, una delle spiagge vergini del sud della Spagna. Le linee organiche e sinuose di queste sedute riprendono infatti le onde delle dune di sabbia di Bolonia, monumento naturale dal 2001. Il risultato di questo design ispirato alla natura è elegante e molto confortevole, ideale per rilassarsi in spazi esterni e/o interni.

Shade by Sandler Seating, Design Et Al.

Shade by Et Al. per Sandler Seating
Sedia impilabile di manifattura italiana disegnata da Philippe Nigro per Sandler Seating, Shade è prodotta utilizzando tubolare d’acciaio e tondino d’acciaio saldati tra loro per creare un effetto “tessuto” ottico. Le sedute sono disponibili in 18 diversi colori e vanno bene sia per l’indoor sia per l’outdoor, grazie alla presenza di cuscini sfoderabili in tessuto impermeabile. La collezione comprende uno sgabello da bar, una poltrona lounge e un’altra poltrona perfetta per l’ospitalità e gli spazi pubblici. Shade fa parte della gamma Sandler Healthier Hospitals: non contiene formaldeide e composti polifluorurati (PFAS), cloruro di polivinile (PVC) e antimicrobici chimici.

Amitha by Gaber, Design Forsix

Amitha by Forsix per Gaber
Sedute in metallo classiche ed eleganti, ma anche molto confortevoli, grazie a una seduta in tubo di acciaio ampia e accogliente. La collezione Amitha, disegnata da Forsix, è una famiglia di sedute outdoor estremamente versatili, durevoli e funzionali (e naturalmente impilabili). La palette di colori disponibili riprende alcune delle collezioni di tavoli Gaber più utilizzate, per garantire un abbinamento cromatico perfetto.