Fabbrica 4.0 by Jannelli&Volpi

L'azienda specializzata nella realizzazione di rivestimenti murali e carte da parati apre le porte dello stabilimento di Tribiano per raccontare la sua storia

A tribute to Kandinsky, Jannelli&Volpi, collezione 2019
A tribute to Kandinsky, Jannelli&Volpi, collezione 2019

Jannelli&Volpi ha voluto di aprire le porte dello stabilimento produttivo locato a Tribiano, nel cuore del Parco Agricolo Sud, a circa 300 persone nel corso di 4 giornate dedicate ai clienti, negozi, rivenditori, architetti, media e opinion leader.

L’evento, Fabbrica 4.0, è servito per raccontare la storia di un’azienda fondata nel 1961 da Oreste Jannelli e specializzata nei rivestimenti murali e carte da parati. Oggi, a capo ci sono i suoi figli Mauro (Presidente), Lidia (Responsabile Finanziaria), Paola (Comunicazione e CreativeLab).

Fabbrica Sirpi Tribiano, Jannelli&Volpi
Fabbrica Sirpi Tribiano, Jannelli&Volpi

La sede si estende su una superficie di 23.000mq e conta 148 impiegati, di cui 9 fanno parte del ‘CreativeLab’, l’ufficio creativo interno che dà vita a collezioni interne, licenze e produzione per conto di altri 9 brand: Jannelli&Volpi, JV Italian Design, Sirpi, JWall, CO.DE Contemporary Design by Jannelli, Armani/Casa Exclusive Wallcoverings Collection, MissoniHome Wallcoverings, Marimekko e JV Licence Design.
Senza dimenticare le collaborazioni con designer affermati. Fin dagli anni 2000, sono più di 30 le firme del design che collaborano con la compagnia, tra i quali Markus Benesch, Diego Grandi, Giulio Iacchetti, Italo Lupi, Nisi Magnoni, Paola Navone, Lorenzo Palmeri, Matteo Ragni.

Fabbrica Sirpi Tribiano, Jannelli&Volpi
Fabbrica Sirpi Tribiano, Jannelli&Volpi

Numeri importanti anche per quanto riguarda la produzione. Ogni giorno Jannelli&Volpi consuma 2.943kg di inchiostri a basa acqua per i processi di stampa, utilizza 150mila metri di bobine in carta ‘green’ producendo 16500 kg di rolli di carte da parati.
Il processo di stampa si articola su diversi passaggi fondamentali, come scelta delle cromie, stampa in rotocalco su supporto vinilico e colorazione.
L’azienda ha registrato nel 2018 un fatturato di 32mln di euro, derivante per il 90% dai mercati esteri.

GreenWall, Jannelli&Volpi
GreenWall, Jannelli&Volpi

Le implementazioni delle tecnologie produttive da sempre attirano un’attenzione particolare grazie a una strategia aziendale che ha le sue linee guide in creatività, stile e innovazione, senza tralasciare il rispetto per l’ambiente. Ciò si traduce nell’utilizzo di inchiostri a base acqua, con il circuito dell’acqua a ciclo chiuso e continuo, con il recupero dell’energia prodotta, anche termica, con l’utilizzo di materie prime certificate e provenienti da filiere gestite in modo sostenibile, e con il controllo delle condizioni di lavoro nello stabilimento. In questa ottica si inserisce Greenwall, materiale ottenuto dagli scarti di lavorazione della carta da parati vinilica che, grazie all’aggiunta di particelle di origine vegetale, viene utilizzato per creare superfici in erba sintetica destinate prevalentemente al mondo dello sport.

Anticipazioni 2019 Jannelli&Volpi
Anticipazioni 2020 Jannelli&Volpi

Sono più di 100 i grandi progetti architettonici che vedono la collaborazione di Jannelli&Volpi come la realizzazione degli showroom di Armani a Londra, Parigi e Tokyo. Diversi i progetti speciali, tra cui spicca JV School: sorta nel 2016, è un centro di ricerca di rivestimenti murali e una scuola per posatori in carta.