Al via la Brussels Furniture Fair

Dal 7 al 10 novembre ritorna la kermesse belga della creatività

Brussels Furniture Fair
Brussels Furniture Fair

Autunno caldo, finalmente, per il mondo del design: dopo un anno di assenza causa pandemia, dal 7 al 10 novembre ritorna al Brussels Expo la Brussels Furniture Fair, la kermesse belga di riferimento per la creatività e il progetto.
Una fiera che si preannuncia più contenuta, ma con tanti nomi interessanti e novità da non perdere.

Brussels Furniture Fair
Brussels Furniture Fair 2019

Per agevolare la visita, e per garantire che i produttori incontrino la giusta clientela, come sempre gli espositori sono raggruppati in segmenti chiari: le proposte contemporanee e i mobili moderni nella City, hall 3, 4 e 5, punto di partenza ideale del tour, con il padiglione 5 dedicato ai marchi del Belgio, mentre i 3 e 4 con i nomi internazionali. Il design a prezzi accessibili è in mostra nel padiglione 3 in Square, lo stile country e industrial sono presentati nel Fusion, nel padiglione 8, ed entrambi gli stili si incontrano in Holland à la carte, nel Patio, area dedicata ai produttori olandesi. Gli specialisti del sonno si presentano nel padiglione 6, mentre Brussels by Night mette in mostra una varietà di produttori locali e stranieri con nuovi concept legati al dormire. Per i mobili budget-friendly, c’è l’area Mozaïek nel padiglione 9, infine grande spazio alla sostenibilità, con progetti a basso impatto ambientale, pensati per durare a lungo, in mostra nei passaggi tra le hall.

Appuntamento martedì 9 sera con i Balthazar, i premi che celebrano i designer che proporranno le soluzioni più originali, insolite e innovative.

Brussels Furniture Fair 2019
Brussels Furniture Fair 2019

La fiera si svolgerà in totale sicurezza, con l’obbligo di arrivare con il biglietto già stampato per evitare file, un Covid Safe Ticket, che si può avere solo se si è stati completamente vaccinati, oppure dopo tampone negativo. Una kermesse che vuole essere conviviale e familiare, con drink e snack offerti gratuitamente ai visitatori, dalla celebre birra artigianale belga ai croissant che profumano di burro.