Cersaie ritorna in presenza. Ecco le novità

Dal 27 settembre al primo ottobre ritorna Cersaie, con seicento espositori, di cui molti stranieri, e grandi nomi dell'architettura, a partire dal Premio Pritzker Shigeru Ban

Incanto by Ragno
Incanto by Ragno

Quindici padiglioni di BolognaFiere completamente occupati, 600 espositori di cui il 41% esteri provenienti da 26 nazioni. Con questi numeri ritorna dal 27 settembre al primo ottobre Cersaie, “la prima vera fiera internazionale in presenza dedicata alla ceramica, all’arredobagno, al design e all’architettura”, come scrive Giovanni Savorani, presidente di Confindustria Ceramica, nell’editoriale della rivista CER il giornale della Ceramica.

Grande entusiasmo dunque per la kermesse, giunta alla 38esima edizione, che ogni anno rappresenta la vetrina più autorevole per il mondo della ceramica e dell’arredobagno, punto di incontro per buyers, aziende, architetti, posatori provenienti da tutto il mondo. Un evento che si svolgerà in totale sicurezza, con l’obbligatorietà del Green Pass per chi accederà al quartiere fieristico, in stretta connessione con la città di Bologna con il manifesto Bologna Together with Cersaie che mette insieme tutte le iniziative sotto un unico ombrello ben riconoscibile ai visitatori.

Archincont(r)act, Pavilion 18, Design Iosa Ghini Associati
Archincont(r)act, Pavilion 18, Design Iosa Ghini Associati

Tra gli appuntamenti da non perdere, la lectio magistralis del Premio Pritzker, l’architetto giapponese Shigeru Ban, venerdì primo ottobre alle ore 11 presso il Palazzo dei Congressi di BolognaFiere, introdotto dallo storico dell’architettura Francesco Dal Co; la mostra sulla riqualificazione delle periferie del gruppo di lavoro G124 di Renzo Piano, le dimostrazioni della Città della posa, i 18 Cafè della stampa (a cui parteciperà anche IFDM), la consulenza ai privati con “Cersaie disegna la tua casa”. E ancora: la Contract Hall nel padiglione 18 con Archincont(r)act, un nuovo spazio dedicato al networking tra il mondo della produzione, quello del progetto e la committenza nell’ambito del real estate e del contract, con dieci studi di architettura che racconteranno i loro progetti nel mondo.

Masterpiece by LEA Ceramiche, Design Ferruccio Laviani
Masterpiece by LEA Ceramiche, Design Ferruccio Laviani

Spazio alle donne: Odile Decq e Benedetta Tagliabue sono le protagoniste della conferenza Architettura Sensibile, moderata dallo storico dell’architettura Fulvio Irace (giovedì 30 settembre alle ore 11, al Palazzo dei Congressi), a seguire alle ore 15 la conferenza Small Talks Reloaded – Viaggiare come studiare, con 11 studi di architettura italiani: Atelier(s) Alfonso Femia AF517, asv3 officina di architettura, Bricolo e Falsarella, CZA – Cino Zucchi Architetti, Diverserighestudio, Iotti + Pavarani Architetti, Labics, MAP studio, Orizzontale, TAMassociati e Werner Tscholl.

Al tema caldo del Superbonus è dedicato un incontro giovedì 30 settembre alle ore 16.30 presso l’Agorà dei Media assieme ad esponenti di Confindustria Ceramica, Angaisa – Associazione nazionale dei distributori idrotermosanitari e ceramica – e la società di consulenza PwC TLS.

Chi non potrà recarsi in fiera potrà connettersi a Cersaie Digital, la piattaforma che dal 20 settembre all’8 ottobre permetterà di conoscere la manifestazione e i suoi protagonisti, ma anche di fissare incontri online.