Signature Kitchen Suite omaggia Milano

Il brand di LG celebra la capitale del design con una mini-serie digitale dedicata ai suoi luoghi e protagonisti. In compagnia dei Calvi Brambilla

Fabio Calvi & Paolo Brambilla @ Signature Kitchen Suite showroom
Fabio Calvi & Paolo Brambilla @ Signature Kitchen Suite showroom

Tutto inizia nello showroom in Piazza Cavour, casa milanese di Signature Kitchen Suite, luogo espositivo, esperienziale, interattivo e sensoriale in cui il brand di elettrodomestici built-in di alta gamma parte del gruppo LG Electronics si racconta. Luogo progettato dal duo Fabio Calvi e Paolo Brambilla – e inaugurato lo scorso anno – seguendo i dettami della filosofia “true to food” di Signature Kitchen Suite, al contempo giocando con metafore e contaminazioni per integrare nello spazio quanti più riferimenti alla progettualità di milanese e al caleidoscopico mondo di Milano.

Da questo concept prende vita un’iniziativa digitale che anticipa la partecipazione del brand alla Milano Design Week di settembre che vedrà protagonista proprio lo scenografico showroom e i suoi 1100mq su tre piani.
Una mini-serie in quattro episodi, disponibile online sul sito di Signature Kitchen Suite, mette in scena un viaggio che prende le mosse dallo store di Piazza Cavour per poi ampliarsi alla città intera, tra i quartieri, le vie, gli edifici che hanno fornito l’ispirazione progettuale ai due architetti.
A loro quindi è affidato il compito di tirare le file di questo percorso, moderni Ciceroni che svelano curiosità e aneddoti legati non solo alle ambientazioni create per Signature Kitchen Suite, ma – fra rimandi e analogie a cui si prestano arredi, pavimentazioni, materiali e finiture – alla città del design per eccellenza.

“Milano incarna perfettamente lo spirito di Signature Kitchen Suite – dichiara Manuela Ricci, marketing manager di Signature Kitchen Suite – Una città che poggia sulla tradizione e che guarda al futuro, un luogo di cultura e di sperimentazione, in continua evoluzione”.

Guarda qui gli episodi di “Omaggio a Milano”.