Cibo per l’anima

È fatta di tempo per sé, bellezza e contemplazione l’ospitalità offerta dal ryokan Azumi Setoda, sull'isola di Ikuchijima. L’architetto Shiro Miura lo ha restaurato nel rispetto della sua storia per accogliere gli ospiti nella tradizione e nella modernità

Azumi Setoda, Japan
Azumi Setoda, Japan
DATA SHEET

Owner: Naru Developments & Adrian Zecha
Main Contractor & Construction Management: ADX
Hotel operator: Azumi
Architecture: Shiro Miura / existing building
Interior design: Shiro Miura
Landscape design: WA-SO landscape
Furnishings: custom made in collaboration with Doi Mokkou
Photo credits: Tomohiro Sakashita

È la zona più calma del Mare interno di Seto, con acque limpide e blu e aria pura e fresca. Sull’isola di Ikuchijima, nella prefettura di Hiroshima, si trova il ryokan Azumi Setoda, antica locanda tradizionale giapponese ora di proprietà dell’hospitality brand Azumi creato da Adrian Zecha e Naru Developments.

previous arrow
next arrow
Slider

Abbracciato da un complesso residenziale di ben 140 anni, il ryokan è stato restaurato con cura e dedizione dall’architetto Shiro Miura intervallando spazi aperti e appartati, pubblici e privati, partendo dall’interpretazione audace e non convenzionale del tradizionale kakine (recinzione rivisitata in cedro) per definire lo spazio.

Si alternano la sala da pranzo principale, con tavoli comuni per l’interazione degli ospiti, e l’Azumaya, una tranquilla sala da giardino multifunzionale che offre spazio per una meditazione ritirata. Le 18 suite e i 4 duplex distribuiti su due piani dispongono tutti del proprio giardino o balcone privato, con vista sul kakine progettato dagli architetti paesaggisti WA-SO. Il ristorante è pensato per vivere l’esperienza culinaria in maniera comunitaria, ma non mancano tre sale da pranzo private tra cui scegliere per ritagliare un luogo tranquillo in cui consumare i pasti.

previous arrow
next arrow
Slider
Azumi Setoda, Japan
Azumi Setoda, Japan
Azumi Setoda, Japan
previous arrow
next arrow
Slider

L’arredo d’interni dell’intera struttura è stato creato su misura in collaborazione con Doi Mokkou, artigiano locale specializzato in legno. Pezzi realizzati esclusivamente con materiali naturali locali, principalmente cipresso giapponese grezzo, progettati per armonizzarsi con la vista sul giardino, sino a modellarli sui metri quadri a disposizione con l’unico scopo di offrire una vista ottimale sul cortile interno.

Dall’altra parte della strada rispetto alla struttura, la sala da bagno yubune disegnata da Miura offre ai suoi ospiti, ed anche al pubblico, il tradizionale rituale giapponese di purificazione del corpo e dello spirito dallo stress quotidiano, con bagni di limone e sale e la sauna. Pareti e vasche sono piastrellate con l’opera dell’artista Mai Miyake che riporta il paesaggio dell’isola e la ricca vita oceanica di Setouchi.

E sempre per spirito comunitario, dalla collaborazione tra il team di Azumi e la comunità locale, nasce anche Soil Setoda, struttura a uso misto che include alloggio, sala da lavoro, centro attività, torrefazione e ristorante intenta a favorire scambio sociale e culturale.

previous arrow
next arrow
Slider