Arper per un mondo più sostenibile (e più bello)

L'azienda, da sempre impegnata nella tutela ambientale, presenta le novità 2021 in materiali riciclati e parti disassemblabili e riciclabili a fine vita, attraverso una progettazione all'insegna dell’economia circolare

Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez
Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez

Il mondo per il quale progettiamo è il mondo in cui vogliamo vivere. È questo il motto di Arper, azienda che già quindici anni fa ha creato il Dipartimento Ambientale Arper, con l’obiettivo di ridurre l’impatto causato dall’estrazione, manipolazione, produzione, spedizione, utilizzo e riciclaggio dei materiali. “Sostenibilità significa implementare nuovi modelli e comportamenti che rispettino il delicato equilibrio del pianeta e delle sue risorse vitali”, afferma il Presidente Claudio Feltrin, “Aziende sostenibili nascono da prodotti sostenibili e traggono linfa vitale da visioni e azioni sempre più ambiziose, da cambiamenti a livello organizzativo, da evoluzioni dei processi e da mutamenti culturali”.

Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez

Un impegno (da sempre) nei confronti della natura che culmina nelle novità 2021, come Kata e Mixu. Kata, progettata da Altherr Désile Park, è la prima sedia lounge di Arper in legno massello, disponibile anche in versione outdoor, che evoca la sedia della tradizione, in legno e paglia intrecciati, reinterpretandola in chiave contemporanea e nell’ottica dell’economia circolare. Tanti i dettagli eco: la struttura in rovere o robinia, legni entrambi certificati FSC; il rivestimento realizzato con filati di poliestere composto da plastica riciclata da post-consumo (per produrre un chilo di filato viene utilizzato circa un chilo di rifiuti, l’equivalente di 48 bottigliette in plastica).

Il tessuto è concepito per adattarsi perfettamente al fusto della seduta, riducendo al minimo gli scarti, ed è disponibile in due tipologie: in maglia 3D Knit con pattern grafico e micro imbottitura interna, nei toni naturali del lino, del grano e del carbone, oppure maglia 3D knit con motivo a righe, nei colori acqua, grano, carbone, quest’ultima adatta anche all’utilizzo per esterni, con cuscini aggiuntivi per schienale e seduta che possono essere personalizzati, attingendo sia all’ampia selezione di tessuti Arper che ai rivestimenti in maglia 3D Knit con pattern grafico. Inoltre le vernici utilizzate sono a base d’acqua, l’imballaggio è composto da un sacchetto in plastica riciclabile e un cartone leggero, realizzato senza colle; a fine vita tutte le parti possono essere disassemblate e tutti i materiali possono essere riciclati o riutilizzati.

Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez
Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez
Kata by Arper, Design Altherr Désile Park - Photo © Salva Lopez

Un’altra novità è Mixu, realizzata in collaborazione con Gensler: una collezione di sedie e sgabelli personalizzabili all’infinito, combinando seduta, schienale e base e variando tonalità e texture in base allo stile e al proprio gusto. Una famiglia virtuosa e amica dell’ambiente: il sedile è realizzato in plastica riciclata post industriale, il rivestimento dello schienale e del sedile sono accoppiati con l’imbottitura in poliuretano espanso senza l’utilizzo di colle né graffature, la base è in acciaio con materiale riciclato fino al 70 per cento verniciato a polveri prive di emissioni VOC, perfino i piedini sono in plastica riciclabile.

Mixu by Arper & Gensler - Photo © Salva Lopez
Mixu by Arper & Gensler - Photo © Salva Lopez
Mixu by Arper & Gensler - Photo © Salva Lopez
Mixu by Arper & Gensler - Photo © Salva Lopez

Questa collezione può essere consegnata smontata per ridurne il volume e limitare l’impatto ambientale del trasporto, ed è, come Kata, disassemblabile a fine vita, per uno smaltimento responsabile dei materiali. Nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Photo © Salva Lopez