A Londra, il Supermarket firmato da Camille Walala

Al Design Museum, un supermercato d'autore curato dalla designer Camille Walala, per affermare l'importanza della creatività e sostenere i giovani artisti

Il Supermarket al Design Museum di Londra
Il Supermarket al Design Museum di Londra

Le grafiche coloratissime di Camille Walala esplodono nel supermarket temporaneo che ha aperto per una settimana ad aprile (e adesso online qui) del Design Museum di Londra. Uno spazio gioioso tra l’art installation e il negozio a tutti gli effetti, un’iniziativa per sostenere i giovani artisti e sottolineare l’importanza della creatività, come recita la scritta luminosa Creativity is essential.

In esposizione, e in vendita, i tradizionali prodotti che si trovano sugli scaffali dei supermercati, come pasta, passata, caffè, legumi, detersivi, carta igienica, ma con un packaging artistico, ideato da un collettivo di dieci creativi formato da Amy Worrall, Charlotte Edey, Holly Warburton, Isadora Lima, Jess Warby, Joey Yu, Katherine Plumb, Kentaro Okawara e Michaela Yearwood-Dan.

previous arrow
next arrow
Slider

«L’anno scorso è stato davvero impegnativo per gli artisti che non sono stati in grado di mostrare il lavoro o collaborare normalmente», ha detto Camille Walala. «Il Supermarket è un ottimo modo non solo per supportare il Design Museum, ma anche per puntare i riflettori sui dieci brillanti giovani artisti che attraverso questo progetto hanno una nuova piattaforma per il loro lavoro».

previous arrow
next arrow
Slider

I prodotti sono acquistabili a prezzi normali, oggetti da collezione accessibili a tutti, i cui proventi andranno al nuovo Emerging Designer Access Fund del Design Museum, un programma pay it forward che permette agli artisti e designer emergenti di accedere gratuitamente alle mostre e agli eventi del museo, sostenuti dal brand sponsor dell’iniziativa Bombay Sapphire.