Quando la cucina è performante

Contenere, ottimizzare, organizzare lo spazio, nascondere: questo e molto altro diventa indispensabile per progettare una cucina ergonomica che possa essere il vero cuore funzionale della casa

Lignum et lapis by Arclinea
Lignum et lapis by Arclinea

Sono numerosi gli accorgimenti utili per migliorare l’interazione tra l’uomo e la cucina. Non si tratta solo di organizzare lo spazio con maestria, considerando a volte anche la zona living nel progetto, ma bisogna anche prevedere tutte le necessità che possono sorgere in cucina e adottare elettrodomestici che sappiano integrarsi armonicamente con il resto e possano contribuire a velocizzare, facilitare e rendere piacevole un momento tanto conviviale come quello della preparazione dei pasti.

Kabinspace, Telero & Antis by Euromobil
Thea by Arclinea, Design Antonio Citterio
Logica Celata by Valcucine, Design Gabriele Centazzo
K-Table by Maistri
Kabinspace, Telero & Antis by Euromobil
Thea by Arclinea, Design Antonio Citterio
Logica Celata by Valcucine, Design Gabriele Centazzo
K-Table by Maistri
previous arrow
next arrow
 

Per rispondere alle esigenze di una tipologia abitativa trasformativa, svincolata da rigidi sistemi distributivi, Kabinspace di Euromobil si propone come un sistema scorrevole con ante a scomparsa che consente la libera organizzazione spaziale di un ambiente arredato con la cucina Telero, composta da basi, pensili e boiserie in gres nero e con colonne bianche Antis laccate.

Quello di Antonio Citterio per la cucina Thea di Arclinea è un concept preciso, che risponde alla tendenza di separare la cucina in due aree tra loro distinte e complementari: la prima prevalentemente operativa, la seconda dall’uso più conviviale, pensata per l’ambiente living. Caratteristica distintiva del modello, il profilo di separazione tra le ante che si traduce in una comoda soluzione per l’apertura dei contenitori.

Ripensare lo spazio e reinventare l’ergonomia sono stati gli input che hanno portato Gabriele Centazzo a sviluppare Logica Celata di Valcucine, un volume scultoreo dalle linee pulite ed essenziali, progettato nel dettaglio per nascondere una completa organizzazione funzionale. Tutto è a portata di mano, pronto per essere utilizzato nel modo più efficace e pratico possibile. E al termine tutto diventa invisibile, perfettamente “celato”, appunto, dietro l’anta che si chiude a filo con le basi, riportando in un attimo ordine e pulizia.

Anche Maistri usa tutta la sua inventiva nel progetto K-Table che vanta l’aspetto di una cucina e la leggerezza di un tavolo. L’anima tecnica racchiusa nelle spalle del tavolo consente di portare l’elettricità al piano di lavoro, permettendo così l’inserimento di un piano cottura e delle prese elettriche, utili anche per caricare computer e smartphone.

D23 by Doimo Cucine
Isøla by Rossana, Design Carlo Colombo
T-Shelf by Faber
Open Suite by Elica
D23 by Doimo Cucine
Isøla by Rossana, Design Carlo Colombo
T-Shelf by Faber
Open Suite by Elica
previous arrow
next arrow
 

Doimo Cucine con il sistema D23 composizione 6 sfrutta le colonne come elementi divisori che dividono la zona giorno in due e servono la cucina da un lato e la zona pranzo e living dall’altro. Le ante sagomate, poste a inizio e a fine isola, rendono decorativa l’apertura a gola.

Carlo Colombo crea una divisione estetica e operativa tra la zona lavaggio e preparazione e l’area riservata al living per la cucina Isøla di Rossana. La presenza di linee geometriche, sviluppate in orizzontale e in verticale, creano un gioco di volumi tra pieni e vuoti nella cucina, scandita nel prospetto da lame in metallo che definiscono i vari ambiti di funzione e di contenimento e ritmata nel top dai diversi livelli realizzati con materiali differenti. Rossana presenta a catalogo cinque interpretazioni di Isøla, ambientate in cinque luoghi esclusivi: Milano, Ibiza, Parigi, New York, Singapore.

La cappa T-Shelf di Faber contribuisce alla buona organizzazione dello spazio cottura: la struttura a traliccio è costituita da due mensole in vetro fumé e altrettante aste per appendere gli accessori, oltre a un sistema di luci a led con la funzione dimmering che permette di regolare l’intensità dell’illuminazione del piano.

Anche la cappa Open Suite di Elica soddisfa le molteplici necessità dell’abitare e dona carattere all’ambiente attraverso una struttura modulare personalizzabile, capace di creare una nuova dimensione all’interno dello spazio, con uno stile unico e immediatamente riconoscibile. Racchiude in sé più funzioni: non solo cappa, ma anche luce e una vasta scelta di ripiani, in una struttura componibile in base alle proprie esigenze.