Riflessi incanta Napoli

L'azienda abruzzese impreziosisce il 5 stelle The Britannique della città partenopea con creazioni custom-made

The Britannique Naples
The Britannique Naples

Riflessi personalizza gli interni del The Britannique Naples, Curio Collection by Hilton, il raffinato hotel a 5 stelle situato lungo il Corso Vittorio Emanuele, portato all’antico splendore da Gnosis Progetti soc. coop. Per arricchire gli ambienti, sono stati selezionati venti tavoli custom-made della serie Shangai, un best-seller del brand che, con la sua base scultorea a gambe inclinate e sovrapposte, richiama l’omonimo gioco da tavolo.

Shangai è la fortunatissima serie che l’azienda abruzzese di arredamento con sede a Ortona, in provincia di Chieti, propone in una vasta gamma di varianti e dimensioni: per l’hotel partenopeo, il tavolo è stato declinato con la base nell’elegante finitura realizzata in ottone spazzolato a mano, abbinata al piano in rovere coke, in un armonioso e allo stesso tempo inedito contrasto. I pezzi sono stati creati su misura nelle dimensioni 100×100 cm, e su ciascun arredo è stato fatto uno speciale taglio a 45 gradi su un bordo perimetrale del piano, in modo da poter facilmente accostare gli elementi gli uni agli altri.

The Britannique Naples
The Britannique Naples

Il marchio si afferma così come un partner ideale nella realizzazione di progetti sartoriali e forniture ad hoc pensate per esaudire i desideri dei clienti, privati e contract, come avviene nel Bianca Relais di Oggiono, una moderna villa vista lago, oppure, sempre a Napoli, nel ristorante fusion Urubamba.

Riflessi si fa ambasciatrice del savoir-faire made in Italy, con la sua grande flessibilità, la filosofia basata sul su misura, la cura nei dettagli, i materiali di altissima qualità e le pregiate lavorazioni rigorosamente fatte in Italia. Ogni prodotto è un racconto del suo rispetto e amore per l’ambiente e per il territorio, un impegno e una passione che si traducono nel recupero e nella valorizzazione di tecniche artigianali che rischiano di andare perdute, nell’utilizzo di materiali riciclabili e di vernici ad acqua, e nella costruzione di una rete di fornitori locali a “chilometro zero”.

Photo © Gnosis progetti