Cosa succede alle fiere nel 2021

C’è chi postpone e chi annulla (imm cologne si aggiunge alla lista): il calendario fieristico del prossimo anno è tutto da riscrivere

Paris Design Week 2020 © Anne Emmanuelle Thion
Paris Design Week 2020 © Anne Emmanuelle Thion

«Dobbiamo guardare in faccia la realtà, anche se è doloroso». Parole dure ma piene di concretezza quelle di Gerald Böse, CEO di Koelnmesse, nell’annunciare giusto oggi la cancellazione dell’edizione 2021 di Imm Cologne, prevista per il 20 gennaio con un format ibrido che – si era annunciato – avrebbe combinato fisico e digitale.
L’incertezza dei prossimi mesi, che mette a rischio la presenza di espositori e visitatori, è troppo alta: inevitabile il passo indietro di Koelmesse che fino all’ultimo ha sperato di mantener fede al suo programma al grido di “We make it happen”. La stessa proposta digitale, strettamente connessa e correlata alla manifestazione in loco, non sussisterebbe da sola, pertanto il rinvio al 2022 è totale (dal 19 al 23 Gennaio, per chi già volesse fissarlo in agenda).

Imm è però solo l’ultima di una serie di manifestazioni che già hanno rimodulato il loro calendario nel corso del prossimo anno, nella speranza di incorrere in tempi più propizi per mettere in atto il proprio piano espositivo.

Maison&Objet, Gennaio 2020. Photo © Photoproevent / Lasne

Prendiamo il caso di Maison&Objet Paris, che da febbraio slitta Marzo, precisamente dal 26 al 30. Dopo l’edizione dello scorso settembre che si era trasformata in un’edizione digitale, in parallelo e a supporto della Paris Design Week che si era invece svolta regolarmente (seppur apprezzata da un pubblico squisitamente francese e parigino), la fiera prosegue favorevolmente su quest’onda preparando un ecosistema dove fisico e online convivono.
Una proposta che avvalora i risultati raggiunti durante la Digital Fair di questo autunno e convalida il format come soluzione ottimale non solo visto l’incorrere dei tempi, ma anche per generare un nuovo modo di dialogare, interagire, relazionarsi.
Contestualmente, anche l’evento “fuori salone” di Paris Déco Off, dedicato ad editori e specialisti del tessile, slitterà alla primavera, dal 25 al 29 Marzo 2021, “sempre che le condizioni sanitarie lo permetteranno – fanno sapere gli organizzatori – Aggiornamenti saranno dati nel corso delle prime due settimane di gennaio”.

Cambia data anche Mipim Cannes – da Marzo rischedula l’esclusivo evento dal 7 al 10 Giugno – e Ambiente Frankfurt – che posticipa l’appuntamento dal 17 al 20 aprile nell’ambito dell’International Consumer Goods Show.

Stockholm Furniture &Light Fair 2020 © Jonas Sveningsson

Scelta più radicale, invece, quella della Stockholm Furniture & Light Fair, che annulla completamente l’edizione 2021 e dà appuntamento direttamente all’8 febbraio 2022. In attesa dell’evento clou per il design scandinavo, sono state comunque previste una serie di iniziative tali da mantenere una forte relazione con la kermesse e i suoi protagonisti nel mese di febbraio. Andrà infatti in scena una “City Edition” della fiera, attraverso un percorso strutturato tra gli showroom, pop up espositivi e mostre; la Stockholm Design Week proporrà (dall’8 al 14 Febbraio) un focus sul design Made in Scandinavia; talk e conferenze sono invece affidate al canale digitale, tra cui gli Stockholm Design & Architecture Talks, WorkSpace Sweden e perfino il contenitore Greenhouse dedicato ai giovani talenti. 

Fiato sospeso per l’evento principe del Salone del Mobile di Milano, di cui attualmente si conoscono solo le date previste, ovvero dal 13 al 18 Aprile 2021, e l’idea che lo accompagna di una 60esima edizione celebrativa con la presenza di tutti i settori e Biennali in un’unica grande manifestazione. Lecito supporre uno slittamento, anche a fronte della recente manifestazione della Milano Design City svoltasi a ottobre, che ha funzionato per le aziende italiane come vetrina per la presentazione delle novità 2020. Attendiamo aggiornamenti.

ICFF, Javits Center
ICFF, Javits Center

Dopo Milano, i riflettori sono tradizionalmente puntati sugli States che, se sono soliti animare la scena internazionale tra maggio e giugno, per il prossimo anno non nascondono sorprese.
HD Expo Las Vegas, ad esempio, opta per il 24-25 Agosto; Necocon Chicago fissa il proprio calendario per il 4/6 Ottobre; ICFF unitamente a WantedDesign slitta a Novembre (14-15) in concomitanza con BDNY e HX: The Hotel Experience.

Appuntamento autunnale per eccellenza, la London Design Festival ribadisce la sua presenza settembrina, precisamente dal 18 al 26 tra eventi, installazioni, showroom, nel consueto turbinio di proposte culturali e progettuali.

UAE Designer Exhibition, Symbiotic Forms by Tamara Barrage, Dubai Design Week 2020
UAE Designer Exhibition, Symbiotic Forms by Tamara Barrage, Dubai Design Week 2020

Guardando al Medio Oriente, il macro evento della Dubai Design Week ha da pochi giorni concluso l’edizione 2020 che si è svolta con una proposta fisica al d3 e, in parallelo, un’esposizione virtuale dedicata alla piattaforma di Downtown Design, preannunciando già un’edizione speciale per il prossimo autunno in concomitanza con Dubai Expo.

E l’Asia? Qui il fervore espositivo è ripreso, grazie a una situazione sanitaria in netto miglioramento. Si svolgerà infatti la prossima settimana Design Shanghai. A seguire, CIFF Guangzhou si terrà a Marzo 2021 con una doppia edizione a seconda delle categorie merceologiche; Design China Beijing andrà in scena a settembre 2021, a pochi giorni di distanza da Furniture China

 

Resta aggiornato sugli eventi e le manifestazioni nel mondo.
Leggi tutte le novità nella sezione Fiere di IFDM.