Mr Smith, progettare è fare

Lo Studio fondato da Marco Mascetti è un vero e proprio laboratorio - fabbrica di idee e concept

Mr Smith nasce nel 2004 nel cuore della Bovisa, quartiere milanese assunto agli onori della cronaca quando, nel 1989, il Politecnico decise di aprire la sede proprio qui. Mr Smith si forma e cresce con le stigmate di questa presenza universitaria (Marco Mascetti qui si laurea) e culturale che ha cambiato la zona e le sue frequentazioni.

“Design as an input” è la parola d’ordine (o la provocazione) che questo studio antepone a qualsiasi conversazione, per far capire lo spirito e l’approccio (invero molto olistico) del team, per trasmettere un pensiero collegato rigorosamente a un modus operandi, se scegli Mr Smith come partner per un progetto devi sapere a cosa vai incontro.

E anche il nome dello Studio racconta un approccio: “Smith” in inglese significa fabbro, colui che forgia la materia. E tutto il team di Mr Smith – a cominciare dai principal Marco Mascetti e Silvia Bassani – è costituito da dei fabbri della progettazione, perché il passaggio tra l’idea e l’oggetto deve essere quasi immediato.

Nei 16 anni di vita Mr Smith ha messo a segno alcuni spettacolari goal: la bottiglia in vetro per Estathé, il bicchiere e il barattolo della Nutella che quasi tutto il mondo ha almeno una volta avuto tra le mani.

Per il mondo dell’arredamento spiccano le sedie Cream e Basil realizzate per Calligaris e la lampada Tatu per Kundalini.

Mr Smith, sensibile alla visione romantica del mestiere del fabbro, rimane agganciato al proprio territorio e ne sottolinea la storia come un proprio valore aggiunto.
Perché il design è un input.