Un’eredità densa di luce e colore

Colori primari audaci e strutture geometriche pronunciate come trait-d'union tra l’involucro architettonico del centro ricreativo progettato da Ettore Sottsass e il programma interno sviluppato da HBA per la nuova destinazione alberghiera: l’Artyzen Sifang hotel

Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
DATA SHEET

Owner/Hotel operator: Artyzen Hospitality Group
Architectural design: Ettore Sottsass, Sottsass Associati
Interior design: Hirsch Bedner Associates (HBA)
Lighting Consultant: Illuminate Lighting Design
Furniture supplier: Gold Phoenix Furniture Group
Stonework: Jiangsu Yuemei Stone
Woodwork: Jiangsu Aiga Wood Industry
Photo credits: Will Pryce

Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China

A Nanjing, capitale della provincia orientale del Jiangsu, circondato dai boschi del Lao Shan National Forest Park e disposto attorno a un lago, sorge CIPEA (The China International Practical Exhibition of Architecture), ambizioso complesso di 22 edifici commissionati a partire dai primi anni Duemila ad alcuni architetti e creativi di fama internazionale, cinesi e stranieri. Sono i grandi nomi di Steven Holl, Arata Isozaki, Wang Shu, David Adjaye, Ai Weiwei, Zhanq Lei, Odile Decq; sono le opere vivaci e in evoluzione radunate nello spazio raccolto di un campo architettonico che, nella surrealtà del suo schema, sfida con tenacia lo stereotipo di un destino distopico.

Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China

Tra queste, appartenente al complesso culturale di Sifang Art Collective, c’è il nuovo hotel sviluppato da HBA all’interno di una delle ultime architetture progettate da Ettore Sottsass: struttura audace e avvolgente che incorpora spazi pubblici e privati dove, riconoscibile e potente, il linguaggio ereditato dal maestro italiano riecheggia delicatamente nella geometria dei volumi, nei corridoi tortuosi di grandi dimensioni, così come nelle pareti lunghe e circolari che abbracciano le stanze creando giardini interni, e nelle spinte cromatiche sapientemente diluite nelle aree dedicate al riposo e al benessere.

previous arrow
next arrow
Slider

Alcune pareti sono per esempio divise in una griglia irregolare di forme mentre la loro consistenza è uno stucco bianco caldo. I pavimenti sono ritmati da tappeti in lana che ripropongono motivi o tagli geometrici e persino il design minimal delle moquette non si sottrae alle incursioni di poligoni, seppur semplici e monocromatici. L’arredamento è un mix eclettico di elementi contemporanei audaci, i cui toni spaziano dai colori più brillanti ai grigi, e a quelli più caldi del legno, mentre gli accessori si inseriscono per decorare gli spazi contribuendo a una voluta sensazione di casualità generale.

Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
Artyzen Sifang Hotel, Nanjing, China
previous arrow
next arrow
Slider

Il centro ricreativo pensato da Sottsass ora ospita 22 camere che vanno da 43 a 79 metri quadrati, un centro benessere con piscina coperta, sala fitness e un bar collocato su una grande piattaforma visivamente collegata con la natura su tutti i lati. Nelle camere l’accento è stato posto sull’atmosfera luminosa – già aiutata da un’architetttura pensata per essere “corrotta” di luce – e sulla resa spaziale grazie a cabine armadio, in alcuni casi bagni con vasca free standing, e immancabili viste panoramiche sul paesaggio lussureggiante di contorno.