New renaissance

Nella Williamsburg di New York inaugura The Hoxton, hotel che mette in scena la creatività locale

Area comune Hoxton
Area comune Hoxton

L’archeologia industriale incontra la contemporaneità attraverso un restyling firmato Perkins Eastman e un interior design immaginato da Ennismore Design Studio. Nasce The Hoxton Williamsburg, melting pot di culture tra aziende, designer, artisti e artigiani… made in Brooklyn.

Lobby, The Hoxton Williamsburg
Lobby, The Hoxton Williamsburg

Una sapiente ristrutturazione dello studio Perkins Eastman ha incorporato nel nuovo edificio la storica struttura in mattoni dell’ex fabbrica di serbatoi d’acqua Rosenwach, trasformandola nella dimora newyorchese dedicata all’ospitalità.
Inaugurato in una delle zone più creative di Brooklyn, al suo interno affacciate sui panorami incantevoli di Manhattan si svelano le 175 camere ideate da Ennismore Design Studio in due differenti tipologie – Cosy e Roomy.

View, The Hoxton Williamsburg
View, The Hoxton Williamsburg

L’interior è caratterizzato da uno stile delicato, fra dettagli in ottone, soffitti in cemento grezzo, testate in mohair nelle nuance verde salvia, porto e marina, tessuti creati su misura e in esclusiva dai designer Dusen Dusen di Brooklyn.
Ed è l’attenzione alle espressioni artistiche locali a tradurre la visione dei diversi hotel The Hoxton – dal primo aperto a Londra nella zona di Shoreditch ai successivi opening di Holborn, Amsterdam, Parigi – ispirata all’originalità delle strade e dei quartieri, melting pot di culture e luogo d’incontro tra gli ospiti e i creativi locali.

Room, The Hoxton Williamsburg
Room, The Hoxton Williamsburg
Room, The Hoxton Williamsburg
Room, The Hoxton Williamsburg

“Hox Friends” nasce così come iniziativa per portare il tessuto sociale di un’area della città all’interno degli spazi dell’hotel di Williamsburg: 175 persone tra imprenditori, artisti, artigiani, influencer sono stati reclutati per selezionare e curare la ricca libreria di ogni stanza e condividere le loro dieci letture preferite.

The Hoxton Williamsburg
The Hoxton Williamsburg

Ed è in collaborazione con l’esclusiva Soho House che Ennismore Design Studio ha plasmato anche la ricercatezza dell’interior nei ristoranti gestiti con Brightside hospitality by Jud Mongell di Five Leaves e Zeb Stewart di Cafe Colette, Union Pool e Hotel Delmano: dal cocktail bar Backyard a Klein’s caratterizzato da un’elegante cucina all’aperto dell’azienda italiana Molteni, a Summerly inaugurato nella vertigine del rooftop.

Bar, The Hoxton Williamsburg
Summerly, The Hoxton Williamsburg
Bar, The Hoxton Williamsburg
Summerly, The Hoxton Williamsburg

credits

Architect
Perkins Eastman

Interior Design
Ennismore Design Studio

Owner
Ennismore

Furnishings
ALX, Fenton&Fenton, hive, made goods, un-crated, Zachary A design, WSA Hospitality,

Lighting
HB Architectural Lighting, CRW, triple seven home, Circa, ladies and gentlemen, allied maker, atelier areti, cedar and moss, Y lighting, horne, bambeco, rich brilliant willing

Upholstery
Martin Albert interiors, Samuelson

Rugs
ABC home

Artwork
Rosa and Jeremiah, A medium format

Photo
courtesy of The Hoxton Hotels