Nepal dentro

Jean-Marie Massaud ha firmato Parvata per cc-tapis, tappeto che vuole celebrare le meraviglie naturali dell’Himalaya. I proventi della vendita andranno in beneficenza

Jean-Marie Massaud
Jean-Marie Massaud

Born in France. Designed in Milan. Produced in Nepal. Recita così lo slogan di cc-tapis, azienda italiana produttrice di tappeti contemporanei annodati a mano che vengono creati nell’affascinante Paese asiatico da esperti artigiani tibetani.

La fiera parigina Maison&Objet ha accolto l’esposizione di cc-tapis, che, tra le nuove collezioni, ha presentato Parvata, la nuova opera di Jean-Marie Massaud. Si tratta di un tappeto ispirato alle meraviglie naturali delle formazioni rocciose dell’Himalaya.

Parvata è un segmento dell’Himalaya – spiega Jean-Marie Massaud – Gli artigiani nepalesi e tibetani, maestri dell’arte dei tappeti annodati a mano, hanno tradotto il nostro concetto nel loro linguaggio estetico tradizionale per trasmettere le meraviglie naturali delle formazioni rocciose dell’Himalaya.”

Parvata, la nuova opera di Jean-Marie Massaud
Parvata by Jean-Marie Massaud

La serie si compone di 6 pezzi annodati a mano in seta con bordi in lino, ed è la prima edizione limitata, numerata e firmata da Massaud per il brand.
Venduta privatamente nella boutique Silvera Bac durante Maison&Objet, tutti i proventi saranno devoluti all’organizzazione no-profit cc-foreducation e utilizzati per fornire un’istruzione completa a studenti nepalesi.

L’anima del Nepal, oltre che negli intrecci che compongono il tappeto, la si trova anche nel nome: “Parvata” è infatti la parola nepalese che significa “montagna”; altra curiosità, questo modello è prodotto da cc-tapis nella valle di Kathmandu, affascinante località che si trova ai piedi dell’Himalaya.

Non finisce qui: a M&O presenti molti altri prodotti di cc-tapis, come Mazzolino di Studio Klaas che fa riferimento all’architettura del Rinascimento italiano, Envolée di Cristina Celestino, articolo delicato ed ipnotico dal fascino ricercato.
Infine, la designer olandese Mae Engelgeer espande la famiglia Bliss con Ultimate Bliss, dove effetti scultorei e tridimensionali fanno da protagonisti.