La qualità prima del consumismo

Una chiacchierata con Nasir Kassamali, CEO di Luminaire: “Questo periodo di temporaneo letargo ha portato alcune persone a rivalutare il proprio ambiente, forse evolverà l’approccio stesso al possesso, dove la qualità è preferita al consumismo”

Nasir Kassamali & Nargis Kassamali - Photo © Kris Tamburello
Nasir Kassamali & Nargis Kassamali - Photo © Kris Tamburello

Le persone hanno modificato la loro relazione con l’ambiente casa. Pensa che cambierà altrettanto il modo di investire nell’arredo, con più attenzione e più budget?

Questo periodo di temporaneo letargo ha portato alcune persone a rivalutare il proprio ambiente e fare cambiamenti che consentano loro la funzionalità necessaria a lavorare da casa, trovare un equilibrio tra vita e lavoro, e inoltre avere spazi di relax. Forse evolverà l’approccio stesso al possesso, dove la qualità è preferita al consumismo.

Showroom Luminaire, Los Angeles
Showroom Luminaire, Los Angeles

Come i lockdown ha influenzato le vendite negli USA?

C’è stata naturalmente preoccupazione sull’inizio di nuovi progetti a causa dell’incertezza della ripresa economica e della tempestività di un ritorno alla normalità. E, con i nostri showroom chiusi alle vendite di persona, sugli acquisti online si è spostata una porzione più ampia di fatturato.  Tuttavia, mentre gli ordini rimasti in vigore sono iniziati a diminuire, abbiamo constatato un aumento da parte dei nostri clienti nel desiderio di iniziare nuovi progetti o terminare quelli in corso.

Luminaire Lab, Miami
Luminaire Lab, Miami

Come avete mantenuto i rapporti con clienti e partner in questo periodo?

Gli showroom Luminaire operano in tre stati differenti e il Paese ha adottato un approccio regionale  per dare direttive sulle attività commerciali. Pertanto, durante il lockdown i nostri showroom di Los Angeles e Chicago hanno chiuso leggermente più tardi che a Miami, e abbiamo fatto sì che il nostro staff lavorasse da casa. Durante questo periodo ci siamo focalizzati nel creare trasparenza nelle nostre comunicazioni con i clienti e i colleghi attraverso i canali marketing (inclusi email e social media). Abbiamo adottato un approccio attivo per trovare il modo migliore di continuare a lavorare e abbiamo continuato a creare un percorso verso il futuro attraverso la crescita delle nostre competenze digitali.
Dipartimenti tra cui acquisti e logistica – che sono in regolare contatto con i venditori  per gli ordini – hanno continuato a gestire l’organizzazione.
Abbiamo poi intrapreso un nuovo progetto, LuminaireU, dove ogni giorno proponevamo un tema da apprendere o con cui ampliare la propria conoscenza. I nostri addetti alle vendite hanno proseguito il lavoro sui progetti esistenti, mentre abbiamo creato un sistema di appuntamenti che permetteva una consulenza virtuale sul progetto.
Ora i nostri showroom hanno riaperto sotto stretta adesione ai protocolli di salute e sicurezza.

Showroom Luminaire, Chicago
Showroom Luminaire, Chicago