Onboard balances

Segni particolari? Asimmetrico. Lo yacht Sanlorenzo SL96Asymmetric, con interior firmati da Laura Sessa ed exterior design di Bernardo Zuccon, guadagna superficie, luminosità e fruibilità grazie a un layout molto innovativo

SL96Asymmetric by Sanlorenzo

Sicuramente la scelta della asimmetria per uno yacht è una decisione coraggiosa che rompe la tradizionale idea di progettazione ed esce dagli schemi della consuetudine. Proseguendo l’idea di SL102Asymmetric (il primo yacht asimmetrico al mondo presentato nel 2019) il nuovo SL96Asymmetric dimostra come lo spazio possa essere plasmato per creare una proposta che soddisfi le esigenze di ogni armatore.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo
SL96Asymmetric by Sanlorenzo

Il pensiero originario dell’asimmetria nasce dal genio del car design Chris Bangle, per poi passare a tecnici e designer, fino a Bernardo Zuccon che, con lo studio Zuccon International Project, collabora con numerosi progetti per Sanlorenzo. La grande idea del nuovo yacht è quella di avere sul lato di dritta un passavanti per arrivare dal pozzetto di poppa al living di prua, mentre sul lato sinistro la murata è continua dall’acqua fino al ponte sole, con uno  scafo cosiddetto wide body.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo
SL96Asymmetric by Sanlorenzo

In questo lato il passavanti è ricavato sul tetto della sovrastruttura e fiancheggia allo stesso livello il flying bridge, per scendere poi nell’area dinette e prendisole di prua tramite una scala. Da notare che all’altezza della zona dining, una parte della murata si abbassa elettricamente regalando una vista panoramica verso il mare.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo
SL96Asymmetric by Sanlorenzo

Questa asimmetria non risulta così evidente perché dissimulata da una serie di stratagemmi che attraverso il disegno delle murate, dei corrimano e tramite giochi di chiaro e scuro delle finestrature ‘simmetrizzano’ l’imbarcazione. Tutto ciò ha permesso di guadagnare circa 10 metri quadrati all’interno, maggiore luminosità nell’area living e una migliore flessibilità d’uso.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo, Salon
SL96Asymmetric by Sanlorenzo, Salon

SL96Asymmetric è composto da quattro cabine con bagno privato: due ospiti e la VIP Cabin poste nel lower deck e una Master Cabin nell’Upper Deck. Ariosità e luminosità sembrano gli obbiettivi principali raggiunti dal progetto di interior di Laura Sessa che ha posto grande attenzione alle scelte materiche e di finiture, creando armonia tra gli ambienti e prediligendo, come sua abitudine, i colori del Mediterraneo.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo, Master Cabin
SL96Asymmetric by Sanlorenzo, Master Cabin

Sfruttando lo spazio recuperato grazie all’asimmetria, l’architetto ha posto nel salone del main deck un’ampia sala da pranzo con vetrata a tutta altezza da un lato, mentre a dritta un salotto che si apre su un balcone. Oltre ai metri quadrati guadagnati dal layout, la percezione di spazio è aumentata grazie all’utilizzo di specchi nella lobby e nelle porte scorrevoli dei bagni.

SL96Asymmetric by Sanlorenzo, VIP Cabin
SL96Asymmetric by Sanlorenzo, VIP Cabin

La Master Cabin si sviluppa su due livelli, al main deck il bagno e la zona notte, mentre il dressing è stato posizionato nella parte ribassata della cabina. La cabina VIP ha un bagno privato con porte scorrevoli a specchio che ben si accosta al legno delle pareti.

Exterior design: Bernardo Zuccon (studio Zuccon International Project)
Interior design & Lighting design: Laura Sessa
Furnishings: Arredi interni (divani, pouf) disegnati dallo Studio Sessa. Le sedie del salone sono Glyn Peter Machine. Arredi esterni Ethimo
Lighting: Cantalupi, Foresti & Suardi
Kitchens: Boffi
Curtains: Pierre Frey
Fabrics: Dedar, Pierre Frey