La ricerca dell’eccezionale

Come evidenziano Domenico Dolce e Stefano Gabbana, le due nuove boutique Dolce&Gabbana a Piazza di Spagna a Roma e in Via della Spiga a Milano, sono un vero tributo al Barocco e alla manifattura italiana. Il design degli interior nasce dalla collaborazione con Eric Carlson dello studio Carbondale

Dolce&Gabbana, Piazza di Spagna, Rome
Dolce&Gabbana, Piazza di Spagna, Rome
DATA SHEET

Owner & Developer: Dolce&Gabbana
Interior design: Dolce&Gabbana and Eric Carlson (studio Carbondale)
Photo credits: Antoine Huot, Alessandra Chemollo

Splendore, bellezza, unicità, grandezza, fasto, emozione, luminosità, eleganza. Sono solo alcuni dei termini che vengono alla mente quando si oltrepassa la soglia delle due boutique Dolce&Gabbana a Roma e a Milano. Come spiega Stefano Gabbana, “queste boutique sono importanti tasselli del mosaico di nuove aperture in tutto il mondo. Da un paio di anni realizziamo specifici negozi come progetti unici, tenendo fede alle caratteristiche delle città e delle tradizioni del luogo, pur conservando l’identità Dolce&Gabbana. È un modo di offrire ai nostri clienti esperienze differenti e irripetibili”. Differenti sì, ma con aspetti condivisi, soprattutto grazie alla filosofia del pluripremiato studio Carbondale (con uffici a Parigi e San Paolo): i due store ricercano l’eccezionale e lo straordinario. “Per noi è molto stimolante lavorare con importanti firme dell’architettura. Discutiamo con i loro architetti, ci scambiamo idee e punti di vita, facciamo affidamento sulla loro esperienza. Creiamo così interazione e scambi culturali dai quali poi sviluppare l’idea di boutique singolari, progettate per un preciso territorio. La collaborazione con Eric Carlson dello studio Carbondale è avvenuta proprio in questo modo. È stato un processo davvero interessante”. Infatti, come Domenico Dolce aggiunge, “la boutique di Via della Spiga 2 e Piazza di Spagna sono state pensate precisamente per Roma e Milano.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Lo splendore della Città Eterna e il fascino della sua incomparabile storia rivive nei maestosi spazi del palazzo romano del XVI secolo che ospita il nuovo negozio. Marmi preziosi, mosaici intarsiati a mano; tradizione, storia e tecnologia si uniscono in schermi – posizionati nella galleria e sul soffitto a semi-volta del primo piano – che mostrano un cielo in movimento costellato da angeli del Paradiso. La boutique di Via della Spiga, d’altro canto, riflette il DNA, le radici e le pietre miliari del brand, in una sequenza di spazi che percorrono i valori e le emozioni delle origini e che ritornano oggi con un nuovo splendore. Lo store è un tributo al nostro background e al nostro stretto legame con l’universo femminile”.

A Roma, in Piazza di Spagna, lo store si sviluppa su due livelli e accoglie sia le collezioni uomo sia le collezioni donna – abbigliamento, accessori, gioielleria e orologi. Non appena i clienti superano la soglia, sono circondati da differenti tipologie di marmo che rivestono i pavimenti, le pareti e i soffitti. Le sue venature e sfumature emergono grazie ala luce che deriva da eleganti chandelier in vetro soffiato, realizzati da maestri artigiani italiani. Iscrizioni latine lungo le pareti del piano terra, la lupa illuminata dal primo lampadario e due cupole: ogni dettaglio è ricoperto a mano da tessere di mosaico in oro e intensi colori in grado di rappresentare la bellezza della Città Eterna. Salendo la monumentale scalinata in marmo, si raggiunge il cuore della boutique: una galleria dove volta e pareti – attraverso i monitor – proiettano un cielo in movimento abitato da angeli del Paradiso riflessi sullo specchio opposto, mentre dal pavimento emergono le parole Paradiso, Amore and Bellezza. Addentrandosi nel primo piano, lo spazio si arricchisce ancor più di tappeti e marmi, per finire all’area dedicata alla sartoria dove domina il legno: ebano, eucalipto rosso e noce canaletto.

previous arrow
next arrow
Slider

Nella boutique di Milano, invece, in Via della Spiga 2, il richiamo al Barocco è evidente in tutti i suoi 920mq (su tre livelli uniti – come nel negozio di Roma – da una spettacolare scalinata in basaltina nera. Tornano di nuovo in gioco scritte e parole, tratte dagli scrittori italiani del XX secolo, tanto nel pavimento intarsiato dell’ascensore quanto nelle placche in ottone delle pareti. Ricco di geometrie e luminosità grazie alle numerose finestre, lo store ospita le collezioni donna di abbigliamento, abiti da sera, accessori, gioielleria e orologi. Il generale design lineare è interrotto dalle pareti dell’area che custodisce le collezioni di abbigliamento donna, realizzata con differenti materiali come la radica di olmo laccata e un intenso onice rosso. Il pavimento fa eco alla basaltina nera della scalinata, in netta contrapposizione con il bianco del soffitto. Il gusto Barocco si esprime compiutamente nelle due colonne decorative posizionate all’ingresso, ma anche negli inserti in marmo Red Jasper al piano terra.

previous arrow
next arrow
Slider

Punto di connessione dei tre livelli, gli arredi in eucalipto rosso: al piano terra il legno crea un contrasto cromatico con la trasparenza delle vetrate, al primo piano si sposa con la basaltina nera dei pavimenti, mentre al secondo piano si abbina al marmo di granite rosso e all’onice bianco. Dietro alla storia e bellezza italiane, gli store sono un ampio tributo all’eccezionale artigianalità che diventa arte preziosa. “Per noi, l’artigianalità è un valore fondamentale; trasmette l’amore che abbiamo per il nostro lavoro, l’attenzione che riponiamo in ogni singolo progetto, la ricerca costante del perfetto equilibrio tra armonia delle forme e ricercatezza dei dettagli. Le nostre creazioni si fondano sull’idea del ‘fatto a mano’, che si tratti di capi di abbigliamento o progetti di design”.