Visione green per residenze high-end

Nel crocevia del lusso, tra SoHo e Tribeca, Renzo Piano Building Workshop interpreta una nuova idea dell'abitare tra arte, design e natura. Modellati sulla luce cristallina di New York, due edifici speculari si immergono tra l'Hudson River e i simboli della città. In una visione green del luxury lifestyle

565 Broome Soho, New York
565 Broome Soho, New York
DATA SHEET

Developer: Bizzi & Partners Development con Aronov Development e Halpern Real Estate Ventures
Architecture: Renzo Piano Building Workshop (RPBW)
Interior design: Rena Dumas Architecture Interieure (RDAI)
Structural engineer: CB Engineers
Lighting consultant: Bliss Fasman Inc.
Executive architect: SLCE Architects
Furnishings: Espasso, Fritz Hansen, Gervasoni, Hay, Hermes, Holly Hunt, Knoll, Lema, Minotti, Ralph Pucci, Retegui, Roda, Talenti, Walter Knoll
Lighting: Flos, Foscarini, Nemo Lighting, Penta, Vistosi
Kitchens: custom made, Blanco, Miele, Zucchetti
Tableware: When Objects Work
Bathrooms: Duravit, Zucchetti.Kos
Carpets: GT Design
Photo credits: Chris Coe / Optimist Consulting,
Adrian Gaut / Edge Reps, Josh McHugh

565 Broome Soho, New York

Grattacieli interconnessi mettono in scena l’innovativa architettura di Renzo Piano in cui il vetro e la luce diventano protagonisti: trenta piani di trasparenza ed estrema lucentezza scanditi da strutture vetrate definiscono le due vertiginose torri speculari che si affacciano sull’Hudson River. Tra spazi dedicati al wellness, piscine riscaldate, terrazze open air e una living room costellata da imponenti alberi, sofisticate private residence e penthouse dominano la città, immerse nei simboli di una New York in continuo divenire. Ed è la sostenibilità ambientale uno dei diktat che conferma 565 Broome SoHo come il primo edificio residenziale high-end Zero Waste grazie a un sistema eco-friendly per la diversione di oltre il 90% dei rifiuti, stazioni di ricarica per veicoli elettrici ed erogatori dell’acqua, con l’obiettivo di eliminare le bottiglie in plastica. Nel cuore della storica area creativa di SoHo – un tempo dimora di artisti come Gordon Matta-Clark, Donald Judd, Chuck Close – tra le gallerie The Drawing Center, The Judd Foundation, Center for Italian Modern Art e i flagship del fashion e del design, Renzo Piano Building Workshop (RPBW) svela la sua visione del living. Sviluppata dall’italiana Bizzi & Partners Development con Aronov Development e Halpern Real Estate Ventures, per l’interior è un nome acclamato di Parigi a reimmaginare la luxury experience newyorchese: Rena Dumas Architecture Interieure (RDAI). Un edificio rivoluzionario scaturito dall’idea del Pritzker Prize di creare un’architettura modellata dalla luce: le strutture sono pensate interamente in vetro, congiunte tra loro da angoli curvati, per dare vita a residenze letteralmente immerse nella luminosità di New York.

Centoquindici dimore con un vertiginoso panorama a 360° sulla città si vestono di tonalità neutre, avvolte da finestrature a tutta altezza che reinterpretano l’idea stessa di confine tra indoor e outdoor. Un lusso sussurrato espresso da finiture pregiate realizzate dallo studio RDAI: guidato da Denis Montel, la sua eclettica interpretazione dell’interior si rivela attraverso un’audace sintesi tra cultura classica e modern style. Gli interni enfatizzano così l’artigianalità e la ricercatezza di materiali pregiati come la quercia bianca scelta per la pavimentazione, porte in legno su misura, soffitti a doppia altezza, ampie private pool e outdoor living room nelle lussuose penthouse.

previous arrow
next arrow
Slider
565 Broome Soho, New York
565 Broome Soho, New York
565 Broome Soho, New York
565 Broome Soho, New York

Ogni dettaglio diviene l’emblema di un lifestyle unico come le cucine custom-made realizzate in rovere bianco, countertop in Basaltina, accessori firmati Zucchetti, lavelli Blanco, elettrodomestici Miele. Un’attenzione all’eccellenza che si manifesta in tutti gli ambienti tra cui gli spazi bagno – i più esclusivi sono concepiti con pavimenti riscaldati – con una selezione di marchi acclamati: da Kos per le vasche, Duravit per i servizi igienici sospesi, marmi Calacatta Caldia ed Eramosa per le superfici, cabine doccia firmate Zucchetti.

In una dimensione che lascia ampio spazio all’espressione artistica, l’ingresso all’edificio si rivela come una galleria espositiva dove le opere d’arte e un’accurata selezione di libri sull’architettura, l’arte e il design trasformano la lobby in un’area culturale. Come uno scrigno, la corte interna a cui si accede da un vialetto privato diviene un’autentica oasi tra la città e il fascino della natura.

565 Broome Soho, New York
565 Broome Soho, New York

Un’art de vivre dedita alla riscoperta del benessere come si percepisce dagli spazi comuni e dai servizi progettati per i residenti: estese su 1700 metri quadrati, la indoor pool riscaldata, il bagno turco, la sauna e il fitness centre con l’ultima generazione firmata Technogym sono un autentico tempio dell’otium, dove mente e corpo ritrovano la propria armonia. In un dialogo costante con la natura, il Conservatory è un ampio salone concepito come un “paesaggio indoor”, tra alberi che si stagliano fino al soffitto e un “green wall” rivestito di vegetazione. Un concept inaspettato in cui l’elemento naturale diviene parte integrante dell’architettura, in una sinergia poetica che reinventa la contemporaneità.

565 Broome Soho, New York