Living Divani: buon anniversario

Due evergreen dell’azienda comasca, Bloom e Wall, compiono il traguardo dei 20 anni di vita e consacrano l’azienda a icona di modernità senza tempo

Bloom, design Piergiorgio Cazzaniga, and Wall, design Piero Lissoni, Living Divani

Non sono solo elementi d’arredo che portano alto il valore del Made in Italy nel mondo per bellezza e qualità. Bloom e Wall di Living Divani, ciascuno con la propria unicità, si sono fatti strada nel nuovo millennio introducendo estetiche innovative, suggerendo interazioni inedite e modi differenti di vivere il relax. Per questa capacità rivoluzionaria di definire comportamenti e gusti di una società in mutamento, i due imbottiti disegnati rispettivamente da Piergiorgio Cazzaniga e Piero Lissoni hanno attraversato con successo due decenni rimanendo sempre attuali, liberi di modificarsi a loro volta con ludica spensieratezza, pronti a fare da musa ispiratrice con le loro fattezze. Formalmente semplice ma progettualmente complessa, la scocca in multistrati di betulla di Bloom evoca un fiore che sta per sbocciare – come racconta il nome stesso – sorretta da una struttura in acciaio satinato opaco: un calice avvolgente il cui colore gioca in contrasto armonico con il rivestimento in cuoio o pelle della seduta.

Bloom, design Piergiorgio Cazzaniga per Living Divani.

Sono ‘tessere’ dalle misure inedite, invece, le sedute, gli schienali e i braccioli che compongono il divano Wall, tutti liberamente combinabili per creare infinite soluzioni. Talmente flessibili, con linee squadrate e angoli vivi, da far nascere dalla loro evoluzione alcuni tra i modelli di punta del brand, come Extra Wall e la sua variante più morbida Exstrasoft. Del resto, dai primi anni ’70 a oggi, il dialogo con la modernità è sempre stato il preciso percorso di Living Divani. Si è rivelata strategica la collaborazione con Piero Lissoni, dall’88 nel duplice ruolo di art director e designer, direttore d’orchestra di uno stile unico e riconoscibile. Ad affiancarlo, negli anni, una serie di designer di calibro internazionale, ma anche giovani talenti giunti in azienda attraverso un puntuale lavoro di talent scouting per ampliare gli orizzonti progettuali con visioni differenti, ma sempre sotto lo stesso comune denominatore fatto di armonia e delicatezza formale.

Wall, design Piero Lissoni per Living Divani

Un moto in perpetua evoluzione quello del brand, che dell’imbottito ha fatto il proprio trademark, con tappe felici a catena: l’avvicendamento della seconda generazione al timone; il confronto con dinamiche di mercato in metamorfosi; un’offerta articolata che sviluppa, accanto alla zona giorno, anche la zona notte, l’outdoor e una divisione contract con una distribuzione mondiale che tocca l’85% del fatturato; l’ingresso in Altagamma, che sugella un operato internazionale fatto di cultura e stile italiano in fascia alta.