Flou in divenire

Attinge dalla natura e dal suo costante mutamento la Collezione 2020 by Flou. Materia e Spazio, Movimento e Forma diventano i valori attorno ai quali si modellano non solo i nuovi prodotti, ma una vera e propria filosofia ‘in divenire’

Come natura insegna” non è unicamente il payoff della nuova campagna Flou. È il concept da cui prende le mosse l’intera collezione 2020. È un ideale più profondo, che guida la mano dei designer chiamati a rappresentare questa filosofia abbracciata appieno dall’azienda in ogni sua sfaccettatura.

Dalla natura Flou attinge valori – astratti ma tangibili in una dimensione emozionale – quali armonia, autenticità, energia vitale per trasformarli concretamente in un nuovo concetto estetico; ciò che in natura nasce, si modella, si sviluppa, evolve, diventa fonte ispirazionale per la creazione di oggetti del quotidiano. Soluzioni per la zona notte e per la zona giorno, fino all’illuminazione, si lasciano plasmare e arrotondare dalle mani di Matteo Nunziati, Carlo Colombo, Emanuela Garbin, Steve Leung, Studio Contromano, Pinuccio Borgonovo, Marco Acerbis; una rosa di creativi che si è arricchita quanto le famiglie di arredi del catalogo Flou, che nelle proposte 2020 si sono ampliate e sviluppate attraverso nuovi elementi.

Questo procedere ‘in divenire’, così dinamico e mutevole, è quanto più la natura insegna, un monito imprescindibile fatto proprio nel rinnovato design Flou: il risultato è una collezione che permette di vivere realmente connessi con l’ambiente.

Materia e Spazio

La valorizzazione della naturalità della collezione 2020 si esprime a partire dalle scelte materiche che definiscono i prodotti. Quale materia, se non il legno, rappresenta al meglio questa connessione? Matteo Nunziati ne attinge il potenziale per dar forma al letto matrimoniale Gaudí: la testata e i piedi di appoggio in legno massello (finiture rovere caffè o rovere tinto nero) sono il risultato di accurate lavorazioni artigianali, a creare un’impalcatura leggera che si lascia avvolgere dal rivestimento tessile. Sulla struttura lignea sembra agire la forza dei venti che ne modella i profili in morbide curve – sintesi perfette di questo dinamismo della natura. 

“La natura è stata sempre la mia maestra, l’albero vicino al mio studio è il mio maestro”. La citazione è di Antoni Gaudí, capofila indiscusso del modernismo catalano e cantore della linea curva “…continuamente variata nella direzione, forzata da una sorta di carica interna di dinamite pronta a farla esplodere in ogni direzione. Una linea che cresce lottando e contorcendosi come un elemento naturale, ammette sezioni di retta, si spezza, riprende, conquistando e dominando lo spazio di volta in volta”. È da questo pensiero che è nata l’ispirazione per il nuovo letto disegnato per Flou», dichiara il designer.

Gaudì by Flou, Design Matteo Nunziati

 

Movimento e Forma

Lilia by Flou, Design Steve Leung
Lilia by Flou, Design Steve Leung
Lilia by Flou, Design Steve Leung

Lilia by Flou, Design Steve Leung

Concettualmente vicina alla sinuosità estetica di Gaudì, l’inedita proposta firmata da Steve Leung al suo esordio con il brand Flou. La poltroncina Lilia simboleggia la delicatezza di un fiore appena sbocciato, la bellezza dei petali dischiusi. Secondo il pensiero del suo autore, «con la sua eleganza contemporanea e la sua forma asimmetrica celebra la purezza della natura». Merito delle sue forme organiche dettate dallo schienale che prosegue senza soluzione di continuità a formare i braccioli asimmetrici, per finire ad abbracciare uniformemente la seduta. Poltrona girevole a 360gradi, Lilia regala così effetti ancor più scenografici grazie al movimento della base che rievoca la naturale fioritura dei boccioli; un effetto che può essere accentuato grazie alla possibilità di combinare tessuti e pelli in due differenti varianti – per la parte esterna dello schienale o quella interna e della base.

Icon by Flou, Design Carlo Colombo

Dai grandi paesaggi ai ridotti panorami abitativi, un susseguirsi continuo di forme disegna le più suggestive scenografie. Dalla stessa idea di movimento – che genera tali forme e definisce spazi e oggetti – Carlo Colombo si è lasciato guidare per dare nuova espressione alla collezione Icon. Dal tratto caratterizzante il letto – nato nel 2018 – si sviluppa un programma di sedute componibili dalla linea avvolgente e moderna e dalla struttura sospesa e minimale. «Una proposta di comfort trasversale adatta a tutte le aree domestiche, grazie a un’immagine leggera e sofisticata, alle proporzioni studiate nel dettaglio e alla grande cura nel confezionamento», per usare le parole del designer. Si replicano i dettagli a vista in metallo, nella base e nei piedi d’appoggio, allo stesso modo si rinnova l’equilibrio delle proporzioni, ma l’esito è inaspettato e di volta in volta sorprendente, grazie alle innumerevoli possibilità compositive: ritmano lo spazio moduli di seduta due e tre posti, – con o senza braccioli o a scelta tra bracciolo destro o sinistro – e chaise-longue.

La Collezione 2020 by Flou è quindi un fluire di forme, ispirazioni e perfino suggestioni, che non risparmiano neppure gli aspetti cromatici, ulteriore omaggio alla natura nel loro emulare l’alternarsi del dì e della notte, i toni dell’alba e del tramonto. Quanto nell’estremizzazione di tali colori, ossia nel bianco e nel nero. Una ricerca calibrata nella sua totalità affinché riporti all’equilibrio assoluto.