Caleffi dà l’esempio: dona 1 mln di euro

Il Gruppo, di cui fa parte anche Cristina Rubinetterie, per far fronte all’emergenza Coronavirus ha deciso di donare 1 mln di euro suddivisi fra l’Ospedale Policlinico di Milano e l’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero

Caleffi
Sede Caleffi

In un periodo così difficile e duro bisogna stare tutti uniti. Il Gruppo Caleffi ha deciso di dare il proprio appoggio alla sanità italiana con una donazione di 1 milione di euro. Cifra suddivisa e destinata fra l’Ospedale Policlinico di Milano e l’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero.

Il Presidente Marco Caleffi, di cui fanno parte Cristina Rubinetterie, Caleffi Hydronic Solutions, Pressco e RDZ, dichiara: “La nostra iniziativa vuole essere un invito a tutti per creare una rete capace di fare fronte comune e sostenere gli operatori che hanno necessità di mezzi per fornire l’assistenza di cui abbiamo tutti bisogno. Un grazie sentito a chi vorrà unirsi”.
La struttura lombarda riceverà fondi per la ricerca contro il virus e per le cure mediche e assistenza necessaria ai pazienti, mentre la struttura piemontese riceverà macchinari indispensabili per rispondere all’emergenza sanitaria.

Nonostante l’emergenza però, bisogna andare avanti rispettato i paletti imposti dal Governo. Fabrizio Guidetti, Communication Manager, spiega:” Il Gruppo Caleffi ha deciso di mantenere alcune attività delle proprie aziende funzionanti ed altre in lavoro agile garantendo contemporaneamente quelle che sono le norme e le indicazioni del DPCM 11/03/2020″

Per chi volesse seguire l’esempio del Gruppo, qui i link per le donazioni destinate all’Ospedale Policlinico di Milano e all’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero.