Braccialini approda a Roma

La griffe toscana ha affidato lo sviluppo del concept d’immagine dei punti vendita, sia esistenti che di nuova apertura, allo Studio Svetti Architecture

Store Braccialini a Roma, in via Frattina
Store Braccialini a Roma, in via Frattina

Continuano i cambiamenti e i rinnovamenti in casa Braccialini dopo che il brand è stato acquisito nel 2017 da Graziella, importante Gruppo orafo aretino. A metà del 2018 Emanuele Svetti, fondatore dello Studio Svetti Architecture è stato incaricato di sviluppare il nuove concept degli store, tra cui quello di Roma, in via Frattina.

Store Braccialini a Roma, in via Frattina
Store Braccialini a Roma, in via Frattina

L’idea che ha accompagnato il progetto e la realizzazione del nuovo spazio capitolino trae ispirazione dal “Diario di Braccialini”, un blocco di fogli bianchi da riempire di idee, di “sketch” o schizzi, in vista della stesura finale dell’opera, che in questo caso è la shopping experience. Proprio per questo originariamente lo store fu pensato come un grande quaderno a quadretti bianchi e neri, ma si sarebbe corso il pericolo di far passare un messaggio non in linea con la filosofia della proprietà: la ‘rete’ creata dal motivo a quadretti, pur celebrando il prodotto lo costringeva dentro ad uno stereotipo di precisione del segno al contrario di quanto sarebbe stato possibile ottenere con un foglio completamente bianco.

Lo store rappresenta quindi un enorme schizzo 3D in bianco e nero, delineato da bordi neri, che simula il gesto dell’artista che in qualche modo si “anima”, prendendo vita e diventando un contenitore onirico di sogni rappresentati dai prodotti della casa di moda nata nel 1954 dalla creatività di Roberto e Carla Braccialini.

Store Braccialini a Roma, in via Frattina
Store Braccialini a Roma, in via Frattina

Il flagship store è quindi caratterizzato da un gioco di contrasti tra il bianco di fondo ed il nero dei contorni, e dagli elementi d’arredo custom, disegnati dallo Studio, che richiamano proprio il mondo della cancelleria. Emanuele Svetti si è affidato a diversi fornitori di successo, come Cotto D’Este per la pavimentazione.