I 90 anni di Pininfarina

Pininfarina ha dato avvio alle celebrazioni per il suo 90esimo anniversario di fondazione con una giornata-evento in Triennale che ne ha evocato origini, storia e soprattutto prospettive future

Pininfarina Battista

Fare innovazione da 90 anni. Il percorso di Pininfarina è un esempio da manuale di storia industriale di successo, di genio italiano divenuto mito e icona nel mondo. Era il 22 maggio 1930 quando Battista Farina, detto “Pinin”, aprì la sua prima carrozzeria nello stabilimento di corso Trapani a Torino. Oggi, 9 decadi dopo e tre generazioni succedutesi, il gruppo affianca alle capacità storicamente espresse nell’automotive, soluzioni integrate e progetti chiavi in mano in tutti i settori (dal real estate alle telecomunicazioni, alla nautica e retail).

Management e istituzioni alle celebrazioni ufficiali dei 90 anni di Pininfarina. Al centro Presidente Paolo Pininfarina
Management e istituzioni alle celebrazioni ufficiali dei 90 anni di Pininfarina. Al centro il Presidente Paolo Pininfarina

Alla storia di Pininfarina è stato reso omaggio durante la giornata-evento di martedì 18 Febbraio presso la Triennale di Milano che ha dato il via alle celebrazioni ufficiali per il 90esimo anniversario del marchio.

«Se siamo qui è perché abbiamo fatto cose nuove e sorprendenti per 90 anni», ha esordito il Presidente Paolo Pininfarina, nipote del fondatore e oggi alla guida dell’azienda, testimone di un passaggio generazionale che ha mostrato una straordinaria costanza di valori e attitudini, pur nella esponenziale evoluzione del brand. «Ho imparato molto dai miei predecessori: da mio nonno ho preso la visione di coerenza, la determinazione e il coraggio; mio padre Sergio mi ha insegnato la disciplina, il rispetto per gli altri e l’etica del lavoro. Da mio fratello Andrea mi piace pensare di aver attinto il coraggio di guardare oltre, di vedere le opportunità nel futuro».

Vision, design by Pininfarina per Snaidero

Da questa sinergia familiare sono nati progetti che hanno segnato le recenti tappe evolutive dell’azienda, come il primo progetto di industrial design in partnership con Snaidero (che dura da 30 anni); il primo progetto di interior design per l’Allianz Stadium di Torino (per il quale il team di Pininfarina Extra si è occupato di tutte le aree interne accessibili al pubblico) e il primo progetto di architettura con la costruzione della Torre Cyrela a San Paolo (Brasile).

Torre Cyrela by Pininfarina (San Paolo)

E proprio in occasione del 90esimo anniversario è stata annunciata una nuova collaborazione nel campo dell’architettura, con il developer spagnolo EXCEM Real Estate per un nuovo complesso residenziale (38 unità abitative extra lusso) a Estepona (Spagna).

«Il gruppo è cambiato in modo radicale, ma con coerenza grazie alla passione per le cose ‘fatte bene’, per la capacità di vedere il futuro anche nelle difficoltà», conferma l’AD Silvio Pietro Angori. Difficoltà e sfide che in 90 anni si sono presentate per la Pininfarina, attraversando una guerra mondiale, mutamenti sociali ed economici, una crisi energetica, rivoluzioni tecnologiche e digitali. Perfino un cambiamento obbligato del cognome di famiglia, quando nel ’61 un decreto presidenziale modificò il cognome Farina in Pininfarina, a conferma di un marchio ormai riconosciuto globalmente, sinonimo di industria e stile italiano.

Princess R35, design by Pininfarina

E se il passato rimane monito e ispirazione costante, il presente vede l’azienda impegnata simultaneamente nei servizi per l’automotive (design, engineering, produzione bespoke), industrial design e mondo dell’architettura, vantando sette sedi, 700 dipendenti, e un fatturato da 105,3 milioni di euro (registrati nel 2018).
Ma l’acceleratore è spinto sul futuro. «La nostra unicità come fornitore globale di servizi – conclude l’AD Angori – è la capacità di creare valore per le aziende costruendo nuove customer experience. A garantire coerenza tra le varie fasi dell’esperienza di un cliente è il design Pininfarina, riconosciuto nel mondo per il connubio tra bellezza e innovazione. Forti di questa peculiarità, possiamo con orgoglio affermare che da 90 anni disegniamo il futuro».