Venini, Gruppo Damiani proprietario unico

L’obiettivo della società che già deteneva le quote di maggioranza è continuare a internazionalizzare il marchio con uno sviluppo in particolar modo nei mercati asiatici

Fornace Venini
Fornace Venini

Importante novità in casa Venini. Il Gruppo Damiani è diventato proprietario unico della storica vetreria artistica di Murano con l’acquisizione dell’ultima trance del pacchetto azionario che era ancora in possesso dei precedenti azionisti, alcuni dei quali continueranno a collaborare con l’azienda.

Una scelta che si inserisce nel percorso iniziato tre anni fa da Guido, Giorgio e Silvia Damiani, nipoti del fondatore dello storico marchio di alta gioielleria, con l’acquisizione delle prime quote.
Da allora l’obiettivo non è mutato: dare un nuovo impulso a un’azienda con quasi cent’anni di storia alle spalle. La famiglia Damiani prevede un consistente piano di sviluppo estero, specie nei mercati asiatici. Lo testimonia la recente apertura del nuovo showroom a Seul, in Corea del Sud.

In questi anni il Gruppo Damiani si è concentrato anche sul territorio italiano, con l’inaugurazione nel 2018 del flagship store di Via Montenapoleone, Milano. Nello stesso periodo, è stato sottoscritto un aumento di capitale di 4 mln di euro.

Silvia Damiani, vice presidente del gruppo Damiani proprietario di Venini, Peter Marino @ Marco Pionato
Silvia Damiani, vice presidente del gruppo Damiani proprietario di Venini, Peter Marino @ Marco Pionato

L’economia è una parte fondamentale per un’azienda, ma non bisogna dimenticare il prodotto. Dunque recentemente sono state strette collaborazioni con designer di fama internazionale, quali Ron Arad, Fabio Novembre, Peter Marino e Tadao Ando.