Le novità che imm cologne ha portato con sé

Si è chiusa l’annuale edizione di imm cologne con risultati positivi in termini di visitatori. Non sono mancate proposte e aperture che fanno presagire un promettente 2020

imm cologne 2020

Un’altra edizione di imm cologne chiude i battenti lasciandosi alle spalle numeri positivi e risultati in crescita sotto differenti punti di vista. Forse non i più brillanti della sua lunga storia fieristica, ma non trascurabili nel complesso panorama internazionale.
Ed è proprio l’internazionalità un fattore chiave dell’appuntamento appena concluso, che ha registrato su un totale di 82mila visitatori trade, un 50% proveniente da nazionalità oltreconfine; in particolare, i Paesi maggiormente rappresentati sono stati Olanda (+11%), Belgio (+10%), Italia, Svizzera (+18%) e Francia. Significativo invece l’aumento di presenze dal Nord America, pari al 14,1%.
128mila gli interessati, tra specialisti e privati, e che hanno attraversato i cancelli del centro espositivo Koelnmesse, ossia 3mila in più rispetto allo scorso anno, nei sette giorni di fiera.
«Imm ha dato all’intera industria un impeto nuovo, creativo – ha dichiarato Gerald Böse, CEO di Koelnmesse – Grazie alla sua attrattiva internazionale, è stato un dinamico evento che ha generato un inizio altamente promettente in vista del nuovo anno».
Le novità infatti non sono mancate, all’interno e fuori il circuito fieristico, che lasciano aperto l’immaginario creativo e progettuale.

Dal Design Post a Passagen, le mete del trade

Punto di riferimento in città – e oltre – il Design Post ha riconfermato il suo ruolo di primo piano quale hub del design emergente e minimalista, tanto da richiamare anche quest’anno nuovi nomi del panorama che qui hanno inaugurato nuovi corner espositivi. Primo fra tutti Muuto, che ha presentato un’anteprima della collezione 2020 (come la Cover Side Chair, la Post Wall&Floor Lamp, nuove colorazioni e finiture a base di acqua e i vasi Kink), infondendo allo showroom un percettibile influsso nordeuropeo e una tipologia di arredo che vive a metà tra living e office; sulla scia si inseriscono anche le new entry di BuzziSpace, Emeco e Wall&Decò.

Minotti at Pesch

In concomitanza con imm cologne e all’interno del palinsesto di appuntamenti del ‘fuori salone’ Passagen, Minotti ha inaugurato il nuovo “Minotti living concept” in collaborazione con lo storico partner locale Pesch: 160mq completamente rinnovati che raccontano il lifestyle Minotti nelle sue distinte e più recenti proposte arredative e ispirazionali.

 Tra gli appuntamenti di notevole risonanza tra le proposte collaterali di imm in città, raggruppate nel circuito di Passagen, degno di nota è stato certamente l’evento celebrativo dei 15 anni di Boffi | DePadova Köln a Spichern Höfe, dove è intervenuto il CEO Roberto Gavazzi per raccontare filosofia e nuovi prodotti al pubblico in loco. Altra protagonista della serata quindi, la cucina Combine, disegnata da Piero Lissoni, parte del sistema di cucine Code targato Boffi.

Combine by Piero Lissoni, Boffi

Prodotti, collezioni, setting: novità e stupore

Sail Out by Rodolfo Dordoni, Cassina. Photo © De Pasquale+Maffini

Assolutamente la novità più attesa e apprezzata a imm è stata la collezione outdoor lanciata da Cassina in collaborazione con la triade di archistar Dordoni-Stark-Urquiola. Tre distinte interpretazioni dello spirito Cassina rivolte agli ambienti esterni, riunite nella scelta di finiture calde, materiali innovativi e tonalità vivaci, in nome del massimo comfort.

Proprio l’outodoor è stato certamente il comparto più indagato e sviluppato in questa rassegna espositiva; così Flexform (che a imm ha lanciato anche un rebranding del proprio logo) ha presentato in anteprima Grandemare Outdoor, reinterpretazione per gli ambienti all’aria aperta dell’omonimo divano progettato nel 2011 da Antonio Citterio.

Grandemare by Flexform - Design Antonio Citterio
Grandemare by Antonio Citterio, Flexform

Novità di prodotto anche nell’interior, con Gallotti&Radice che sfrutta il primo appuntamento dell’anno per mettere in scena cinque nuovi prodotti per il living, tra cui la madia Tama Vitrine. Natuzzi Editions prosegue la sua filosofia “Crafted for Humans” con il nuovo divano Immenso, connotato da un meccanismo elettrico che aumenta il comfort e la fruibilità, già assicurata dal design organico e minimalista. DeSede ha puntato sulla recliner DS-266, che condensa oltre 30 anni di ricerca da parte del designer Stefan Heiliger in tema di seduta, ergonomia e pragmatismo. Tra le proposte 2020 di Walter Knoll spicca anche il nome di Norman Foster che ha disegnato per l’azienda i tavolini 620, lanciati due anni fa e oggi ampliati nella serie con nuove larghezze.

A imm Riva1920 inizia i suoi festeggiamenti per il centesimo anniversario di fondazione, a cui rende omaggio con una collezione dedicata realizzata da una rosa di designer del calibro di Terry Dwan, Renzo e Matteo Piano, Gabriele e Giuliano Cappelletti e Claudio Bellini.
News corporate anche per Effegibi che a imm per la prima volta si presenta con il nuovo brand Effe, sempre più orientato a sviluppare sistemi “Perfect Wellness” globali e su misura.